QR code per la pagina originale

Flash su iPhone con Adobe Flash CS5

,

Una notizia piuttosto interessante è apparsa ieri su uno dei blog di Adobe: la prossima versione di Flash sarà in grado di produrre applicazioni native per iPhone. E il sistema funziona discretamente.

È un’interessante intersezione, quella tra Adobe e Apple. Si è perso quasi il conto degli annunci fatti su un improbabile Flash su iPhone, ed è notizia dei giorni scorsi che una versione completa e altamente ottimizzata di Flash girerà su tutti le principali piattaforme smartphone esclusa quella della mela.

E visto che Maometto non va alla montagna, Adobe ha letteralmente rigirato la questione: i giochi e le applicazioni create con Flash CS5 possono essere convertite in software nativo per iPhone e iPod touch. E a riprova che non scherzano, mostrano applicazioni create da 7 beta tester e già approvate su App Store.

Certo, ci sono delle limitazioni intrinseche dovute alla differenze tra le due tecnologie ma come inizio non c’è male. Infatti, molte delle API di iPhone (come il Multi Touch, l’orientamento dello schermo, l’accesso alla libreria delle foto, gli accelerometri, CoreLocation e il copia/incolla) sono accessibili già all’interno del software Adobe, e molte funzionalità tipiche di Flash (come i contenuti HTML, il protocollo di streaming RTMPE o l’accesso a microfono e fotocamera) sono tranquillamente “riciclabili” allo scopo. e il risultato è un’applicazione con codice compatibile con l’ultimo SDK di iPhone OS 3.0 che può essere firmata, compilata con Xcode e infine inviata ad App Store.

Insomma, si tratta di un nuovo strumento che consentirà agli sviluppatori che lavorano con la suite Adobe di creare piccole applicazioni o semplici giochi, senza dover apprendere nulla di CocoaTouch, una sorta di “trait d’union” tra due mondi fino ad oggi spaventosamente distanti. Al momento non sono note ovviamente date di rilascio ufficiali, ma chi desiderasse può iscriversi al programma di beta pubblica pianificata entro la fine di quest’anno e accessibile attraverso questa pagina.

Notizie su: