QR code per la pagina originale

Spetterà a Foxconn la produzione del tablet Apple

Stando alle ultime indiscrezioni circolate online, Foxconn avrebbe stretto un accordo con Apple per la produzione dei primi tablet della mela, destinati a raggiungere il mercato entro i primi mesi del 2010

,

Dopo alcuni giorni di tregua, in attesa dei nuovi Mac, tornano a moltiplicarsi online le indiscrezioni intorno al tablet di Apple. Le ultime novità giungono da una fonte solitamente affidabile e sembrano rafforzare le ipotesi su una possibile commercializzazione del nuovo e atteso dispositivo nel corso del primo trimestre del 2010.

Stando a quanto riferito dal sito di informazione online DigiTimes, il colosso dell’hardware Foxconn avrebbe stretto da poco un accordo con Apple per avviare la produzione del tablet. Il produttore del terminale non sarebbe dunque Quanta, come ipotizzato alcune settimane fa sulla base degli ultimi ordinativi formulati dalla società di Cupertino. Foxconn si sarebbe impegnata a produrre tra le 300mila e le 400mila unità nel corso dei prossimi mesi, una cifra che potrebbe consentire alla mela di rispondere efficacemente alla domanda iniziale prevista per il nuovo tablet.

Secondo i nuovi rumor circolati online, il dispositivo sarà dotato di un’ampia serie di funzionalità tipiche degli ebook reader a testimonianza del particolare segmento commerciale al quale sembra puntare Apple. Lo schermo del dispositivo sarà dotato di tecnologia touchscreen e avrà un’ampiezza pari a 10,6 pollici. I display, afferma sempre DigiTimes, saranno probabilmente prodotti da Innolux Display e non da WinTek come precedentemente ipotizzato. Anche le dimensioni dello schermo differiscono da quanto supposto alcune settimane fa, quando i rumor diedero come plausibile la possibilità di un display, seppur di poco, al di sotto dei 10 pollici.

Le novità provenienti da DigiTimes, fonte ritenuta solitamente attendibile sul fronte dei prodotti Apple, non contemplano ulteriori informazioni in merito al possibile prezzo di commercializzazione del dispositivo o alle soluzioni software che potranno essere implementate sul nuovo tablet. Come da tradizione, la società di Cupertino non ha né confermato né smentito le ultime notizie, contribuendo così a rafforzare l’alone di mistero intorno all’atteso terminale.

Nel corso dell’estate appena trascorsa, si era ipotizzata la possibilità di un lancio del dispositivo in tempo per la feconda stagione dello shopping natalizio. Una eventualità che sembra essere ormai altamente improbabile, considerati i tempi necessari per la produzione dei tablet e la particolare attenzione dedicata al progetto da Steve Jobs, inizialmente scettico sulla possibilità di dar vita a un iPhone extralarge con funzionalità avanzate. Per abbandonare incertezze e verbi al condizionale occorrerà probabilmente attendere l’arrivo del nuovo anno.

Notizie su: