QR code per la pagina originale

Un’ora di black-out per il Web svedese

Un problema nell'aggiornamento di un software ha portato ad un completo blocco dei domini .se per un'ora. La propagazione dei DNS corretti detterà il ritmo del ripristino della situazione. Il Registro svedese ha promesso approfondimenti sul caso

,

Oltre un’ora senza Web. La Svezia, a causa di un banale problema di manutenzione, si è trovata a fare i conti con un problema che ha coinvolto ogni dominio .se al mondo e tutti i servizi che fanno affidamento sul dominio stesso. Il problema si è verificato tra le 21:45 e le 22:43 ora locale.

Il black-out ha coinvolto ogni singolo dominio .se (904.770 domini in tutto): mentre alcuni hanno visto ripristinata la situazione nell’immediato, per altri la procedura èdestinata a dilungarsi ancora per varie ore in seguito alle tempistiche derivanti dall’aggiornamento della cache in server esterni responsabili del Domain Name Server. Il problema, infatti, nasce proprio dai DNS: uno script configurato in modo non corretto ha infatti determinato il black-out nel contesto di una procedura di routine per la manutenzione del sistema dei domini.

Secondo quanto commentato sul blog dalla svedese Royal Pingdom, azienda impegnata nel monitoraggio delle performance della rete, il fatto che un problema simile colpista a livello di Top Level Domain è un caso estremamente raro. Con una suggestione logica conseguente: se il medesimo problema colpisse il dominio .com, gli effetti deleteri verrebbero moltiplicati su 80 milioni di domini.

Impossibile valutare il danno conseguente ad un problema similare, ma l’ora del misfatto probabilmente ha limitato la portata delle conseguenze almeno nel mondo del business. Maria Ekelund, a capo delle comunicazioni per il Registro svedese, ha diramato un comunicato che spiega l’evolversi della situazione ed all’interno del quale si promettono indagini approfondite per identificare la causa del problema ed evitare in futuro il ripetersi di un simile black-out di portata nazionale.

Notizie su: