QR code per la pagina originale

Test di un AMD Athlon II X4 620

,

Sono passate solo poche settimane da quando AMD ha annunciato l’ingresso sul mercato delle nuove CPU Athlon II X4 620, la cui peculiarità è rappresentata dal prezzo particolarmente “accessibile” con cui viene proposto al pubblico: 100,00$ (in Europa circa 85,00?).

Inutile dire che la possibilità di assemblare un sistema quad core, con un considerevole risparmio economico, alletta non pochi, ed è per questo che abbiamo effettuato una serie di test su di un sistema composto dalla CPU in oggetto, in combinazione con una scheda madre Gigabyte 785G, per verificarne le effettive potenzialità e i benefici di un eventuale overclock.

Se poi ci si aggiunge che questa CPU è compatibile anche con le schede madri AM2+, oltre che con le AM3, si capisce che può rappresentare anche un ottimo upgrade per sistemi un po’ “datati”.

Passando alle specifiche, l’Athlon II X4 620, basato su processo produttivo a 45nm, opera ad una frequenza di 2,6 GHz, ha il bus HyperTransport a 2 GHz (4 GT/s) e dispone di una cache L2 da 512 KB su ogni core, mentre la cache L3 è del tutto assente. In realtà alcune di queste CPU, code name Propus con die da 169mmq, sono costruite sullo stesso die delle CPU code name Deneb. In questo caso la cache L3 da 6 MB è stata disabilitata ma risulta ancora fisicamente presente, e sembra che su questi esemplari sia possibile abilitarla, facendo venire meno la limitazione che permette un prezzo di vendita così basso. L’operazione è semplice, basta attivare una funzione nel bios sulle schede madri che la supportano. Si tratta dell’Advanced Clock Calibration (ACC), che impostata su “auto” dallo stato predefinito “disabled”, abiliterà la cache di terzo livello. Purtroppo sul sample in nostro possesso, una Gigabyte MA785GT-UD3H, l’opzione nel bios non era presente, per cui non è stato possibile effettuare una prova. Non si esclude, però, che possano circolare bios modificati per supportare il tweak anche sulle schede madri che non dispongono dell’opzione ACC.

Date le caratteristiche, il sistema si presenta senza ombra di dubbio ideale per applicazioni da ufficio e per l’intrattenimento multimediale. La scheda madre MA785GT-UD3H dispone della scheda video integrata ATI Radeon HD 4200 che, con l’uscita HDMI di cui dispone, permette il collegamento a tutti i più recenti televisori HD. Ciò che vogliamo però scoprire è quanto le prestazioni si discostano dalle più costose soluzioni proposte da Intel.

Notizie su: