QR code per la pagina originale

Windows 7: qui, ora

Come installare, aggiornare o scegliere l'edizione di Windows 7. Una mini-guida alle edizioni e alle funzionalità del nuovo sistema operativo di Microsoft

,

Chi avesse intenzione di acquistare Windows 7 si troverebbe di fronte ad almeno due domande: quale versione scegliere e, nel caso sia stato acquistato nella versione in scatola o scaricandolo da Internet, come installare il sistema sul nuovo computer, magari conservando dati, impostazioni e programmi. In questo articolo cercheremo di chiarire tutti i dubbi relativi a questi due aspetti non secondari del passaggio al nuovo sistema di Microsoft.

Chi non avesse già Windows 7, e volesse dare comunque un’occhiata alle nuove funzioni, può usare la versione di prova in versione Enterprise, identica alla Ultimate, che può essere scaricata e provata gratuitamente per 90 giorni sul proprio Pc. Indirizzata a professionisti IT o aziende, è distribuita in versione a 32 o 64 bit e in diverse lingue, tra cui non l’italiano. È però facile modificare, dopo l’installazione, tutta l’interfaccia nella nostra lingua attraverso gli aggiornamenti di Windows Update.

Quale versione scegliere?

Windows 7 viene venduto in sei versioni differenti che, per il normale consumatore, si riducono tuttavia a tre: Home Premium, Professional e Ultimate. Le versioni Starter, Home Basic e Enterprise sono dedicate a pubblici o mercati specifici e non dispongono di una versione retail acquistabile in negozio o online. La Starter è progettata per essere pre-installata su alcune versioni di Netbook, la Home basic è destinata ai mercati emergenti, mentre la Enterprise sarà venduta solo ad aziende con accordi di licenze multiple.

Le caratteristiche delle versioni principali sono, diciamo così, scalabili: la Professional ha tutte le funzioni della Home Premium più alcune altre indirizzate per gli ambienti di lavoro, la Ultimate ha tutte le funzioni della Professional più alcune altre. La più appetibile per chi utilizza il computer a casa è sicuramente la Home premium: ha un prezzo minore, offre tutte le novità principali di Windows 7 (gruppi home, interfaccia rinnovata, nuove funzioni Aero, le raccolte, la nuova taskbar e così via) e i programmi già presenti in Vista, compreso il Media Center.

Chi utilizza il computer al lavoro dovrebbe scegliere invece la Professional che permette il collegamento a domini Microsoft, permette il backup su dispositivi di rete e la cifratura del disco rigido con il filesystem EFS. La versione Professional è consigliabile anche per l’installazione su computer portatili, fosse anche solo per la funzione che permette di leggere i file condivisi in rete su altri computer anche quando non si è collegati fisicamente alla rete (modalità file offline).

La versione Ultimate include i software di crittografia “al volo” Bitlocker e Bitlocker to go per hard disk e penne USB e una serie di funzionalità dedicate alle aziende: AppLocker, che consente agli amministratori di una rete aziendale di controllare i software installati sui PC, e DirectAccess, uno strumento per connettersi in sicurezza alle risorse aziendali dall’esterno dell’ufficio. La Ultimate è anche multi-lingua: scaricando appositi pacchetti da Windows Update è possibile cambiare la lingua dell’intera interfaccia, compresi menu, finestre di dialogo e così via. La modalità Windows XP, che consente di aprire programmi per Windows XP all’intero di un ambiente virtualizzato, è presente solo nelle versioni Professional e Ultimate.

Le versioni segnate con la lettera N che compaiono in alcuni negozio sono le stesse versioni originali, vendute allo stesso prezzo, ma senza il Windows Media Player: è una procedura adottata da Microsoft in ossequio ad una vecchia decisione della Commissione europea che la obbliga a mettere in vendita delle versioni senza il media player ma, paradossalmente, senza obbligarla a ritirare le versioni tradizionali, quelle con il media player installato.

32 o 64 bit?

Tutte le versioni di Windows 7, ad eccezione della Starter, sono disponibili in versione a 32 o 64 bit. La principale differenza fra le due versioni è, in termini non tecnici, la quantità di memoria che possono supportare i due sistemi: quelli a 32 bit leggono solo i primi 4 GB della memoria di sistema (che si riducono a 3,50 disponibili), ignorando i restanti. In altre parole: se si possiede un computer con più di 4 GB di Ram, e un processore compatibile, si deve scegliere una versione a 64 bit. Le uniche controindicazioni nello scegliere questo sistema sono da cercare nelle incompatibilità con vecchi software o driver (molto vecchi) e nella possibilità che alcune applicazioni scritte per sistemi a 32 bit mostrino dei rallentamenti.

Installazione pulita o aggiornamento?

Sia che si acquisti una versione completa, sia che si acquisti una versione di aggiornamento, sono due le possibilità che Windows 7 offre durante l’installazione: installazione pulita (chiamata “personalizzata”) o installazione di aggiornamento. La prima va eseguita quando si desidera eliminare tutti i file e le impostazioni del sistema precedente o quando si installa Windows su un disco già formattato. La seconda quando invece si desidera conservare programmi, file e impostazioni. In entrambi i casi è consigliabile eseguire un’analisi preventiva del Pc con il Windows 7 Upgrade Advisor per verificare se le sue caratteristiche siano compatibili con Windows 7.

Il metodo di aggiornamento non è per tutti: funziona solo se si passa da una qualsiasi versione di Windows Vista a Windows 7 Ultimate o quando si passa da Vista Home premium a 7 Home premium o da Vista Business a 7 Professional (non si può, in altre parole, eseguire l’aggiornamento da Windows XP o, per esempio, passare da Vista Home premium a 7 Professional). Per eseguire l’aggiornamento basta inserire il Cd di Windows 7 in un computer con Vista e, nella procedura di setup, scegliere l’opzione Aggiornamento. Preparatevi ad una lunga attesa: questo tipo di installazione porta via in media un paio d’ore e a volte più.

Chi avesse Windows XP dovrebbe invece per forza eseguire una procedure di installazione pulita, cancellando cioè tutte le impostazioni, i file e i programmi e reinstallando il sistema. In questo caso si può tuttavia eseguire un backup di quanto contenuto nel Pc, ad esclusione dei file di sistema e dei programmi, attraverso il programma Trasferimento dati Windows presente nella cartella support / migwiz del Dvd di Windows 7. Il backup dovrà essere poi ripristinato al termine dell’installazione del nuovo sistema. Sul sito di Microsoft sono riportate istruzioni dettagliate sul procedimento.

Dove acquistare?

Oltre alle classiche opzioni di acquisto in negozi tradizionali o online, Windows 7 può essere acquistato anche in versione elettronica dal Microsoft Store. Al termine dell’acquisto sarà possibile scaricare un file, in formato ISO, che potrà poi essere masterizzato su un Dvd o su una chiavetta USB. Allo stesso prezzo, facendo clic sulla piccola freccia che compare accanto al pulsante Acquista o direttamente dal carrello, sarà possibile ricevere per posta anche un disco tradizionale di backup. Va ricordato che i prezzi del negozio online di Microsoft sono gli stessi consigliati dall’azienda. Su altri negozi, come ad esempio su Eprice, è possibile trovare le stesse edizioni di Windows 7 con sconti anche del 15/20 per cento.

I prezzi consigliati

Windows 7 viene venduto in versione aggiornamento o in versione completa con una sostanziale, almeno nella versione Home premium, differenza di prezzo. La versione di aggiornamento può essere acquistata da chi possiede una licenza regolare di Windows Vista o Windows XP. Sono previsti anche prezzi speciali per chi passa da una versione di Windows 7 ad una superiore attraverso la funzione Windows Anytime Upgrade.
In Italia, purtroppo, non sono previste le offerte scontate per studenti o per le famiglie che invece sono commercializzate negli USA e in alcuni paesi europei tra cui Germania e Francia.

Tabella 1: i prezzi di Windows 7
Versione Prezzo
Windows 7 Home Premium € 209
Windows 7 Home Premium aggiornamento € 129
Windows 7 Professional € 329
Windows 7 Professional aggiornamento € 299
Windows 7 Ultimate € 339
Windows 7 Ultimate aggiornamento € 319
Da Win 7 Starter a Home Premium € 79
Da Win 7 Home Premium a Professional € 189
Da Win 7 Professional a Ultimate € 209

Le edizioni a confronto

Infine una tabella riepilogativa sulle funzionalità che offrono le varie edizioni di Windows 7.

Tabella 2: le edizioni di Windows 7
Caratteristiche Home premium Professional Ultimate
Nuove funzioni desktop X X X
Interfaccia Aero X X X
Media Center X X X
Riproduzione e creazione DVD X X X
Gruppo Home X X X
Modalità Windows XP X X
Connessioni al dominio di rete X X
Connessione desktop remoto
(in ingresso)
X X
Backup su rete X X
Crittografia del file system X X
Bitockerl  e Bitlocker to go X
Supporto multilingua per l’interfaccia X

Notizie su: