QR code per la pagina originale

Il governo britannico in guerra a causa di Call of Duty: Modern Warfare 2!

Alcuni parlamentari si pongono in difesa del gioco Activision

,

Il governo britannico è diviso a causa di Call of Duty: Modern Warfare 2: il laburista Keith Vaz avrebbe sfidato apertamente il Ministro per la Cultura, i Media e lo Sport Sion Simon, citando il gioco in questione come un titolo straripante violenza e scene di una brutalità tale che gli stessi autori avrebbero indicato come saltare determinate sequenze. Tali accuse, specifica Vaz, avrebbero come unico scopo proteggere i figli del popolo inglese.

Simon ha risposto facendo notare come il gioco sia già stato indicato come “per un pubblico sopra i 18 anni“: di conseguenza non ci sarebbero rischi che esso finisca tra le mani dei più giovani. Compito del governo sarebbe quindi assicurarsi che il divieto di vendita ai minorenni venga osservato, e non bandire il gioco in sé.

Un altro laburista, Tom Watson, si è quindi pronunciato a favore del supporto governativo delle migliaia di case dedite alla realizzazione di giochi, cosa molto più importante della diffusione di “panico morale concernente l’uso dei videogame”.

Per questa ragione Watson ha perfino dato vita a un gruppo su Facebook, nella speranza che vi aderiscano tutti i fan del gioco desiderosi, come lui, di difendere il titolo di guerra dalle critiche di Vaz: scopo del gruppo sarà permettere ai giocatori britannici di dire la loro a quotidiani e organi di governo, in favore della produzione Activision.

Nel frattempo, si moltiplicano i programmi in supporto di Modern Warfare 2: Mad Catz, ad esempio, ha finalmente presentato il suo controller esclusivo: realizzato per Xbox 360 e PS3, questo Combat Controller è abbellito da una decorazione mimetica, da un led verde retroilluminato per gli stick e naturalmente dal logo ufficiale del gioco. Colpisce, infine, la presenza di due tasti per il re-mapping dei comandi di gioco, feature esclusiva di  questo interessante componente hardware.

Notizie su: