QR code per la pagina originale

Il metodo di distribuzione degli inviti a Google Wave

,

Tra i numerosi servizi offerti da Google, Wave è senza dubbio uno di quelli che nell’ultimo periodo si è rivelato in grado di suscitare il maggiore interesse, grazie all’introduzione di un nuovo modo di intendere e riunire strumenti di comunicazione e collaborazione come chat, email, condivisione dei documenti e altro ancora.

Al momento però, l’accesso a Google Wave non è ancora stato aperto a tutti e chi volesse testarne in anteprima le funzionalità, dovrebbe obbligatoriamente ricevere un invito da parte di qualcuno che possiede già un account.

Non è del tutto chiaro come bigG li distribuisca, né quali siano i fattori che influenzano la ricezione degli stessi, ma grazie all’immagine presente ad inizio post è possibile fare qualche considerazione in merito.

Innanzitutto va segnalato che un utente riceve inviti da distribuire ai propri contatti in un numero limitato, come ben visibile dal counter e, per procedere alla loro spedizione, non si deve far altro che inserire l’indirizzo email del destinatario nell’apposito campo di testo, per poi cliccare su “Add to invitation list”.

La notifica relativa alla possibilità di spedirli viene mostrata come un normale Wave all’interno dell’interfaccia. È possibile che la sua comparsa sia da collegare in qualche modo anche alla frequenza di utilizzo del servizio; in altre parole, gli account che avrebbero attivato Google Wave senza poi effettivamente testarlo, potrebbero non ricevere inviti da distribuire a loro volta.

Infine, considerando che l’account al quale si riferisce l’immagine in questione è stato attivato il 16 ottobre, giorno in cui venne pubblicato un altro post sullo stesso argomento, è possibile ipotizzare che tra la data di iscrizione al servizio e quella in cui si ricevono gli inviti debba passare esattamente un mese.

Ovviamente, si tratta soltanto di supposizioni, non confermate da Google, ma che possono risultare interessanti se si tiene conto del gran numero di utenti che ad oggi non sono ancora riusciti a mettere le mani su un account.

Di seguito, una panoramica sulle principali funzionalità del servizio.

Notizie su: