QR code per la pagina originale

Nobel per la pace 2010, Wired candida Internet

,

I Premi Nobel, forse i più prestigiosi del mondo, fanno sempre molto parlare di sé, in particolare quelli per la pace.

Recentemente, è successo anche con Barack Obama, accusato di non aver fatto ancora nulla per meritarsi l’ambito riconoscimento.

Wired Italia, che dedicherà il suo prossimo numero al Web, ha intrapreso insieme a Wired UK e Wired USA un’iniziativa che potrebbe apparire provocatoria, cioè candidare Internet al Nobel per la pace del 2010.

Dobbiamo però pensare che non sarebbe la prima volta che il Nobel non viene dato ad una persona. Scorrendo la lista dei vincitori possiamo trovare infatti enti come la Croce Rossa Internazionale, o associazioni come Medici Senza Frontiere.

Certo sarebbe la prima volta che il premio viene dato ad un mezzo di comunicazione, ma, come cerchiamo di testimoniare anche qui su oneWeb2.0 tutti i giorni, la Rete è sempre più una Rete di persone, più che di computer, quindi possiamo considerarlo un Nobel inteso per tutti i cittadini della Rete, che quotidianamente attraverso Internet parlano, discutono, propongono, lottano e combattono.

D’altra parte già nel 2007 la rivista Time aveva dedicato la copertina dell’ultimo numero, tradizionalmente per il personaggio dell’anno, a “noi”, con un grande You al centro di uno schermo simile a quello di YouTube.

Più recentemente, non si può non citare l’Iran, e le proteste coordinate via Web a seguito delle contestate elezioni presidenziali, tanto da far parlare di Rivoluzione Twitter.

Internet eviterà delle guerre? Forse, anche se poi le scelte sono sempre affidate agli uomini. Di certo ci troviamo di fronte al più formidabile strumento di comunicazione che l’umanità abbia mai avuto, e se è vero che con il dialogo si evita la violenza, allora in bocca al lupo Internet.

Notizie su: