QR code per la pagina originale

Silverlight 4 beta disponibile per gli sviluppatori

,

Tra le novità che Microsoft ha presentato in queste ore alla Professional Developers Conference vi è stato anche l’annuncio dell’arrivo della nuova versione di Silverlight.

Silverlight 4 beta arriva così a disposizione degli sviluppatori, che potranno scaricarlo e installarlo per verificare la bontà delle nuove funzioni promesse.

Secondo quanto dichiarato dal colosso del software, Silverlight ha ottenuto un elevato successo tra gli utenti, tanto da essere passato da una quota del 33% di macchine, sia PC che telefonini, in cui esso era installato la scorsa estate a ben il 45% di oggi, facendo compiere a Microsoft un balzo non indifferente sul mercato delle soluzioni per lo sviluppo di elementi multimediali in ambito Web.

Tornando alla conferenza, si deve dire che sono state presentate alcune novità del nuovo Silverlight, come ad esempio la possibilità di mettere in pausa, riavvolgere o mandare avanti i video on-demand con la massima flessibilità, mentre particolarmente interessante è stata anche la dimostrazione della possibilità di modificare in tempo reale una foto personale appena scattata tramite un apposito servizio online che sfrutta, appunto, le potenzialità del nuovo software.

Sempre alla conferenza, i responsabili del team che lavora su Silverlight hanno mostrato un’implementazione del plugin con Bing in grado di consentire la divisione in tanti pezzi, come fosse un puzzle, delle immagini, nonché dei video di YouTube, trovati in Rete.

Inoltre non è mancata la dimostrazione del funzionamento di un’applicazione per Facebook in grado di consentire il trascinamento di immagini e cartelle con pochi click del mouse.

Le funzioni che Silverlight 4 propone sembrano molto interessanti, soprattutto alla luce della loro implementazione in nuovi servizi che potrebbero scegliere di usare la soluzione di Microsoft. Con l’arrivo della beta riservata agli sviluppatori si è compiuto il primo passo per affinare meglio il programma, per poi arrivare verosimilmente alla distribuzione di una beta più stabile riservata al grosso del pubblico.

Notizie su: