QR code per la pagina originale

TweetLevel, così Edelman misura Twitter

TweetLevel è il frutto di un complesso algoritmo che, valutando le attività di un utente su Twitter e le conseguenze dei suoi messaggi, ne misura popolarità ed interesse, fornendo così un nuovo strumento di analisi per il social network da 140 caratteri

,

Reuters riassume il servizio in un punto interrogativo: «Pecora o capobranco?». Trattasi in effetti del cuore pulsante di TweetLevel, nuovo servizio prodotto da Edelman per l’analisi della propria attività su Twitter alla ricerca di dati e indizi derivanti dalle comuni pratiche d’uso sul social network.

»Diversamente da altri tipi di classifica che guardano solamente al numero di contatti che uno ha, TweetLevel offre un quadro chiaro su chi è importante all’interno di un forum che è sempre più influente»: Jonny Bentwood, responsabile dell’ufficio Analisi strategica Edelman, ritiene infatti di poter far leva sulla statistica per offrire un quadro riassuntivo di quella che è la posizione di un utente all’interno del network più “liquido” dell’intero mercato, tenendo in considerazione vari aspetti e forgiando un algoritmo in grado di comporre assieme i vari tasselli della propria presenza online.

Un semplice modulo di ricerca avvia l’analisi sulla base del nome dell’account. Il resto sta all’azione del servizio, il quale non analizza tanto i 140 caratteri permessi in ogni singolo messaggio, quanto piuttosto il percorso dei messaggi stessi ed il loro ruolo nel mare complessivo ed organico del network. Quattro gli elementi sui quali il servizio basa l’attribuzione dei punteggi:

  • numero delle persone in “ascolto” («influence»);
  • numero di iscrizioni («popularity»);
  • numero di interazioni («engagement»);
  • partecipazione e credibilità («trust»).
TweetLevel

Forzatura o utilità? La bontà dell’esperimento sarà dettata dalla bontà dei risultati. Il numero, però, avrà anche un significato concreto nel momento in cui vi sarà chi va ad investire in attività promozionali e tramite i rivoli di sviluppo dei messaggi potrà/vorrà misurare le performance del proprio investimento. Il fine ultimo di Edelman è senza dubbio nelle attività di monitoraggio e misurazione (utile tanto nei sistemi di advertising “social” quanto nella pianificazione di strategie di comunicazione dedicate), ma nel frattempo il giochino sarà utile per egosearch e classifiche più o meno attendibili sull’attività dei vari cinguettatori di Twitter.

E di gioco di grande intrattenimento si tratta fin dalle prime ore: la ricerca è stata immediatamente bloccata dal numero dei tentativi apportati ed il gruppo ha presto consigliato di ripetere la ricerca differita nelle ore in attesa che i server tornino in piena attività. Per chi intende approfondire la bontà dello strumento TweetLevel, inoltre, il gruppo mette a disposizione in totale trasparenza l’algoritmo approntato per il proprio sistema di ranking:

Algoritmo TweetLevel

Per ogni singolo parametro è disponibile una spiegazione completa ed esaustiva, così che il risultato finale sia comprensibile e valutabile. La vendibilità delle analisi Edelman potrebbe dipendere infatti in larga misura dalla comprensibilità degli strumenti di misurazione e dalla bontà dei risultati conseguiti.

Notizie su: