QR code per la pagina originale

È Twitter il termine più usato sul Web nel 2009

,

Non è ancora popolarissimo in Italia ma è di fatto un vero e proprio “pilastro” del Web 2.0 negli USA e in altri paesi del mondo, tanto da aver attirato l’attenzione degli utenti di Internet nel 2009 come nessun altro è riuscito a fare.

Stiamo parlando ovviamente di Twitter, il sito di microblogging più famoso del momento che continua quotidianamente a far parlare di sé e ad attirare sempre più appassionati, gente che lo usa per inviare agli amici e al resto del mondo i propri “cinguettii” sui più disparati temi.

Ad “ufficializzare” la popolarità raggiunta da Twitter arriva adesso anche un particolare algoritmo, in grado di verificare i termini più popolari nel mondo di Internet, chiamato Global Language Monitor.

Per il Global Language Monitor, Twitter risulta essere il tema più caldo e dibattuto nei meandri dei nuovi strumenti della Rete, si parla infatti di esso un po’ ovunque, sui social network, sui forum, sui siti di informazione e sui blog: un’attenzione mediatica che ha consentito al “sito dei cinguettii” di scavalcare, in popolarità sul Web, anche il premio Nobel per la pace, nonché presidente degli USA, Barack Obama.

Alla terza posizione di questo podio virtuale si è classificato invece il virus H1N1, ovvero il virsu dell’influenza A che ha fatto discutere non poco negli scorsi mesi e che, di riflesso, ha riscosso grande attenzione anche presso il popolo della Rete.

Si può dire che i dati pubblicati dal Global Language Monitor rispecchino grosso modo le tendenze e i personaggi che hanno occupato più spesso le prime pagine dei giornali in questo anno, ma non si può non sottolineare come, forse un po’ a sorpresa, manchi un altro nome grosso di Internet, cioè Facebook.

Il social network per eccellenza non è certo stato lontano dai riflettori e dalle attenzioni del pubblico, eppure non appare affatto nella classifica di primi 15 termini più usati sul Web, strano ma vero… per una volta, Facebook non ha fatto notizia.

Notizie su: