QR code per la pagina originale

Micron RealSSD SSD C300: le performance in un video

,

La lotta per la supremazia nella corsa ad offrire l’unità SSD più performante si fa serrata. In particolare, ad attirare l’interesse degli appassionati, in queste ultime ore, è l’arrivo dei nuovi hard disk RealSSD C300 di Micron.

Le promesse di Micron sono veramente interessanti, d’altronde anche le caratteristiche tecniche parlano chiaro: supporto SATA 6GB/s, interfaccia flash ONFI 2.1 NAND e velocità di lettura/scrittura record pari a 355/215MB/s, ovvero quanto basta per rendere interessantissime le nuove unità SSD in questione.

Proprio a tal proposito, la stessa casa produttrice ha preparato e diffuso un video comparativo, che trovate in fondo al post, in cui si mette a confronto diretto la nuova tecnologia con i classici hard disk meccanici.

Fin dall’inizio, il PC equipaggiato con il nuovo Micron RealSSD SSD C300 (sulla destra) si dimostra più veloce nel caricare i dati in fase di boot, riuscendo a caricare Windows 7 quando ancora l’altra macchina, con un HDD “tradizionale”, non aveva ancora completato l’operazione, finita in seguito con diversi secondi di ritardo.

La storia si ripete anche nella prova successiva, ovvero quella che consiste nel copiare una cartella di file sul desktop, operazione che, anche stavolta, vede la macchina dotata del nuovo HDD RealSSD SSD C300 completare la copia con almeno una ventina di secondi d’anticipo.

La musica non cambia anche per la terza e ultima prova presentata, cioè l’avvio di un’applicazione per la grafica con l’apertura di diverse foto, con un tempo di caricamento assolutamente valido ottenuto dal disco SSD che fa sembrare quasi “un’eternità” il tempo necessario a compiere la medesima azione con un disco rigido “classico”.

Come sottolineato anche dal commentatore alla fine del video, il miglioramento delle prestazioni appare notevole, sia nello spostamento e nella copia di file, sia nell’apertura delle applicazioni che nel caricamento stesso del sistema, vantaggi favoriti proprio dal tempo di accesso ai dati registrati nettamente superiore.

Le nuove unità dovrebbero uscire in tagli da 128 e 256 GB e nei formati da 1,8 pollici e 2,5 pollici all’inizio del 2010.

Notizie su: