QR code per la pagina originale

Un’aperitivo con Sony Ericsson e l’Xperia X10

,

Mercoledì, presso gli uffici di Sony Ericsson a Milano, è stato presentato il nuovo Xperia X10, testa di serie della scuderia nippo-finlandese per tutta la prima parte del 2010.

Equipaggiato con Android Donut 1.6, oltre al bellissimo schermo capacitivo da 4 pollici, all’impianto audio, alla fotocamera da 8 megapixel con flash a LED e alla fotocamera frontale, ho potuto toccare con mano le due maggiori personalizzazioni fatte dal produttore: Timescape e Mediascape.

Il primo si pone come aggregatore totale per la gestione della comunicazione con i nostri contatti. Per ognuno di essi, infatti, abbiamo una scheda dove trovano posto gli SMS inviati e ricevuti, le email scambiate, gli aggiornamenti di stato su Twitter e quelli su Facebook. Per questi ultimi due, grazie all’Infinity button, è possibile vedere non solo l’ultimo update, ma anche i precedenti, ripercorrendo tutto lo stream del contatto fino all’inizio. Una volta scaricate, le informazioni sono memorizzate in locale sul dispositivo, rimanendo quindi consultabili anche senza la necessità di una connessione alla Rete.

Mediascape si occupa della gestione dei contenuti multimediali, foto, video e musica. Un primo raggruppamento viene fatto tra quelli presenti sul dispositivo e quelli reperibili online, e per ognuno di essi, come si vede nel filmato, delle piccole gallery permettono di scorrere velocemente il contenuto e visualizzare quanto richiesto. Per ora l’integrazione con la parte online riguarda solo i video di YouTube, ma presto saranno realizzate nuove estensioni per Flickr, Picasa e quanto altro gli utenti riusciranno a proporre.

Mediascape si integra con PlayNow Arena, lo store multimediale di Sony Ericsson, dove si possono acquistare nuovi contenuti, magari partendo da quanto si sta ascoltando. Il pagamento, oltre che con carta di credito, può avvenire attraverso Premium SMS, una soluzione comoda per chi non possiede una carta o non vuole cedere i suoi dati.

Annunci anche per il nuovo Application Store dedicato all’Xperia X10 e ad altri due nuovi device su cui non sono stati ancora stati tolti i veli, ma che verranno presentati durante il Mobile World Congress. Una revenue 70-30 tra sviluppatori e Sony Ericsson per le applicazioni a pagamento, con un processo di approvazione che avrà una durata massima di 30 giorni, per ridursi a due settimane verso la fine del 2010. Come per PlayNow Arena, anche per lo store il pagamento potrà essere effettuato via carta di credito o Premium SMS. Oltre ai tempi di approvazione, la grande novità è che saranno ammesse applicazioni per adulti.

Ho potuto sperimentare la funzione di riconoscimento dei volti, grazie alla quale si possono taggare la facce dei soggetti presenti in una qualunque foto scattata, con il supporto al riconoscimento automatico man mano che si aggiungono foto della stessa persona. Questa funzione si integra con Timescape, proponendo una lista delle immagini dove il contatto selezionato appare.

Dal punto di vista dello sviluppo, la casa produttrice ha assicurato un’apertura totale al mondo dei social network e servizi online, pensando fin da subito ad un’architettura a plugin di tutto il sistema, a partire da Timescape e Mediascape. Questa intuizione, unita alla fantasia di sviluppatori indipendenti, potrebbe portare ad interessanti integrazioni, impensabili per altri device concorrenti.

Sarà inclusa nel dispositivo una funzione gratuita di backup dei contatti, appuntamenti e contenuti multimediali gestita direttamente da Sony Ericsson. La presentazione ufficiale al pubblico avverrà a ridosso del Mobile World Congress, posizionandosi su una fascia di prezzo compresa tra i 450 – 550 euro. Eventuali bundle con gli operatori potranno poi diminuire questo importo.

In ultimo, l’autonomia del device: supportato da una batteria da 1500 mAh, dovrebbe permettere di arrivare ad oltre una giornata con un utilizzo medio, e ci è stato assicurato che molta attenzione viene posta a questo aspetto, con prossime patch che la miglioreranno ulteriormente.

Un ringraziamento va a DElyMyth per la copertura video dell’evento.

Notizie su: