QR code per la pagina originale

Skype, la prima beta post-eBay

Skype ha rilasciato la versione 4.2.0.141 Beta, il primo vero passo del client dopo la nota cessione da parte di eBay del 70% della proprietà. La nuova versione introduce soprattutto Skype Access, uno strumento per accedere a reti Wifi pagando al minuto

,

4.2.0.141 Beta: Skype ricomincia da qui. La nuova versione è stata rilasciata da poche ore e rappresenta la prima release del nuovo percorso che il gruppo sta per intraprendere dopo l’avvenuta cessione da parte di eBay del 70% della proprietà ed il ritorno in sella della coppia Zennstrom/Friis. Le novità non sono molte, ma interessanti.

Innanzitutto viene introdotto il cosiddetto “Skype Access“, uno strumento che trasforma il client VoIP in un client per le connessioni “pay-per-minute”. La funzione è pensata per quanti intendono navigare in mobilità per rapide operazioni richiedenti pochi minuti di connessione: invece di pagare un abbonamento giornaliero o orario, Skype permette un login tramite il client ed un pagamento a minuti basato sul credito precedentemente depositato sull’account (la rete per la connessione viene identificata in automatico). «Mai stato in una caffetteria, in un aeroporto o su un treno, e hai dovuto lottare con carte di credito e login per il WiFi perchè volevi andare online? Oppure in una situazione dove deideravi effettuare una chiamata rapida con Skype, inviare un paio di e-mail, chattare con la fidanzata, ma non volevate sborsare ancora dei denari per una misera ora di accesso WiFi? La soluzione per essere immediatamente collegati WiFi è Skype Access e paghi (al minuto) utilizzando comodamente il tuo credito Skype con un semplice clic» (fonte: Mr Pin).

Il gruppo spiega come 100000 hotspot siano già abilitati all’operazione in tutto il mondo e che il servizio è portato avanti in collaborazione con Boingo: «Skype Access non prevede contratto, costi mensili, né alcuna procedura di iscrizione. Paghi solo una tariffa flat di euro 0,14 al minuto (euro 0,16 IVA incl.) per accedere a qualsiasi hotspot WiFi via Skype». In Italia gli hotspot Boingo segnalati sono 2.370, 251 dei quali in Emilia Romagna, 728 in Lombardia, 299 nel Lazio, 113 in Piemonte, 119 in Campania.

La seconda novità è nel “Call Quality Indicator“, uno strumento di verifica che compie una analisi completa della tecnologia in uso per valutare quale possa essere il collo di bottiglia nella propria esperienza d’uso di Skype. Il “Call Quality Indicator” non solo monitora i problemi, ma suggerisce anche le soluzioni adeguate, facilitando così l’approccio dell’utente ottimizzandone la qualità delle chiamate.

Tra le altre novità introdotte (pdf) si annoverano il trasferimento di chiamata (una funzione a basso costo depennata dopo le prime esperienze con la versione 3.x del client, ma tornata in auge sulla scia delle richieste degli utenti) ed una serie di facilitazioni per gli utenti alle prime armi con il software. Skype 4.2.0.141 Beta risolve inoltre alcuni bug noti e certifica il supporto per Windows 7 e Google Chrome.

Che la nuova versione sia solo l’inizio è una promessa insita nelle parole del blogger ufficiale italiano di Skype, al ritorno da un meeting londinese in preparazione per l’anno venturo: «Da quello che è emerso dal meeting, posso assicurare che il 2010 sarà un anno particolarmente denso di novità e di nuovi progetti. Le promesse sono per un grande anno!».

Notizie su: