QR code per la pagina originale

Google e il “mistero” del conto alla rovescia

,

Dalle parti di BigG, come talvolta viene definita informalmente Google, l’abitudine di stupire e quella di divertirsi simpaticamente alle spalle degli utenti non sono certo una novità.

Non sono rari i casi in cui Google ha stuzzicato la curiosità del popolo del Web introducendo funzionalità o annunciando novità senza scendere nel dettaglio, lasciando quindi agli utenti il compito di approfondire o di sbizzarrirsi in ipotesi più o meno attendibili su quale significato potesse assumere di volta in volta un determinato “indizio”.

Rientra a pieno titolo tra le “quest” presentate del celebre motore di ricerca quella strana implementazione che si può osservare andando sulla versione americana, in quella inglese o in quella australiana del sito e cliccando sul pulsante “I’m feeling lucky”, cioè il pulsante “Mi sento fortunato”. Cliccandoci e lasciando vuota la casella di testo, anziché la pagina con in cui vengono illustrate le funzionalità dello strumento, apparirà uno strano quanto emblematico numero variabile in ordine decrescente: un vero e proprio conto alla rovescia insomma.

Come prevedibile, in Rete si sprecano i tentativi di capire cosa rappresenti questo countdown. In parecchi affermano che il numero potrebbe indicare i secondi che mancano alla fine dell’anno, una tesi effettivamente suffragata dalla corrispondenza del numero con i giorni equivalenti che mancano alla notte di San Silvestro, anche se un’obiezione nasce dal fatto che il numero indicato è identico sia per la versione USA che per quella britannica o australiana, paesi per i quali le differenze dei fusi orari, e quindi del tempo effettivo mancante prima della fine dell’anno, sono sostanziali e non corrispondenti.

Cosa si nasconde dietro quel numero allora? Se non è la fine dell’anno cosa può essere? Le domande si accavallano ma le risposte latitano. Di certo c’è che si tratterà di un evento importante, importante se non per tutti, almeno per Google stessa.

Da questa considerazione nasce pertanto la nostra personale ipotesi che cerca di collegare questo “enigma” con una delle più recenti novità di cui abbiamo parlato legate al motore di ricerca: il lancio della nuova interfaccia.

Come scrivevamo nel post in cui la novità è stata presentata, le indiscrezioni indicavano che la nuova interfaccia sarebbe potuta essere implementata a inizio d’anno e comunque in tempi brevi. Che a Google vogliano rinnovarsi con il nuovo anno parafrasando il detto con: “anno nuovo, interfaccia nuova”? Si tratterà di questo? Staremo a vedere.

Notizie su: