QR code per la pagina originale

Scontro Apple-Psystar: ultima puntata?

,

Dopo l’accordo tra Apple e Psystar, in base al quale l’azienda della Florida dovrà versare all’azienda di Cupertino un risarcimento di 2,675 milioni di dollari, arriva quella che probabilmente rappresenta l’ultima puntata dello scontro legale iniziato circa un anno e mezzo fa.

Il giudice William Alsup, come richiesto da Apple, ha emesso un’ingiunzione permanente contro l’azienda produttrice di cloni Mac per bloccare la vendita di hardware con sistema operativo Mac OS X.

Le pratiche vietate a Psystar (da seguire obbligatoriamente entro il 31 dicembre 2009) sono:

  • Copiare, vendere e distribuire opere derivate da Mac OS X senza autorizzazione di Apple;
  • Indurre, aiutare o incoraggiare intenzionalmente qualunque individuo o ente a violare il software Mac OS X;
  • Aggirare qualunque misura tecnologica che controlla l’accesso a Mac OS X, incluse quelle utilizzate da Apple per prevenire la copia non autorizzata di Mac OS X su computer non-Apple;
  • Prendere parte allo sviluppo di un prodotto inteso ad aggirare i metodi di Apple per controllare Mac OS X;
  • Fare qualunque azione per aggirare i diritti detenuti da Apple in base al Copyright Act rispetto a Mac OS X.

Anche se non indicato esplicitamente, sembra che le disposizioni del giudice facciano riferimento anche al software Rebel EFI. Il software non è stato inserito nell’ingiunzione, in quanto le necessarie perizie tecniche avrebbero ritardato i tempi del verdetto.

Il giudice Alsup ha comunque specificato:

Se Psystar continuerà la vendita di Rebel EFI, lo farà a suo rischio e pericolo se la sua iniziativa rientrerà nell’ambito di applicazione del provvedimento e, quindi, in violazione delle disposizioni emesse.

Non si conosce ancora la risposta di Psystar che, teoricamente, potrebbe appellarsi contro questa decisione e continuare la sua battaglia nel tribunale della Florida.

Notizie su: