QR code per la pagina originale

Google lancia un servizio di URL brevi, ma Facebook non sta a guardare

,

Con il nuovo servizio Goo.gl, anche Google scopre gli indirizzi Web brevi, utili in primo luogo per essere utilizzati su Twitter, ma pensiamo anche al vantaggio di poter inserire un link di questo tipo in un testo su carta, o in un SMS.

Il risultato che si ottiene è nella forma goo.gl/nome, dove gli ultimi quattro caratteri sono generati casualmente.

Al momento il servizio è disponibile solo utilizzando la Toolbar e FeedBurner, ma è ragionevole pensare che a breve diventerà un’applicazione fruibile direttamente dal sito.

A dire il vero, nella versione italiana della Toolbar sembra che la funzionalità non sia ancora stata implementata, e questo può essere un problema per chi ha Firefox in italiano, dal momento che la Toolbar acquisisce automaticamente la lingua del browser. Con Explorer invece sembra andare bene.

C’è da aggiungere che nel frattempo Facebook non sta a guardare, dal momento che proprio in questi giorni sta implementando le funzionalità del suo fb.me.

Quando nel 2002 è nato il primo di questi servizi, TinyUrl, sembrava qualcosa di più di una curiosità.

Successivamente il boom di Twitter ha fatto diventare quella di risparmiare caratteri una vera esigenza, ed ecco che anche altri siti specifici si sono affacciati su questo servizio, come bit.ly o ow.ly, per poi arrivare a FriendFeed, che permette l’accorciamento in sede di condivisione.

Notizie su: