QR code per la pagina originale

Memology, lo spirito del tempo di Facebook

Facebook ha da poco pubblicato Memology, la classifica dei termini maggiormente utilizzati negli aggiornamenti di stato dai propri iscritti. Farmville, influenza, famiglia e cinema conquistano i primi posti della lista

,

Applicazioni, influenza suina, famiglia, film e sport sono state alcune delle parole più utilizzate dagli utenti di Facebook nel corso del 2009. A rivelarlo è lo stesso social network che ha da poco rilasciato online “Memology”, una lista dei termini più utilizzati e dei principali trend legati al celebre spazio online frequentato ogni giorno da diverse centinaia di milioni di utenti. La nuova iniziativa ricorda molto da vicino lo Zeitgeist compilato da Google per raccogliere le chiavi di ricerca più utilizzate in Rete tramite i propri database.

«Per creare la classifica abbiamo iniziato analizzando quante volte è comparsa una data frase, con una lunghezza compresa tra una e quattro parole, nell’aggiornamento dello status della versione localizzata di Facebook per gli Stati Uniti, successivamente abbiamo calcolato una media legata alla comparsa di ogni frase nel corso del 2009 e l’abbiamo confrontata con il 2008» si legge nel post da poco pubblicato sul blog ufficiale di Facebook. Utilizzando alcune altre soluzioni statistiche, gli autori della ricerca hanno determinato i principali trend del 2009 e li hanno successivamente raggruppati in singole unità per stilare una classifica omogenea.

facebook memology

Al primo posto della “Facebook Memology – Top Status Trends of 2009” si sono affermate le Applicazioni per Facebook con una netta predominanza di termini quali “Farmville”, “Farm Town” e “Social Living”. Tale condizione testimonia il successo dell’applicazione Farmville, distintasi a partire dallo scorso giugno sulle pagine del social network e ora una delle applicazioni maggiormente chiacchierante dagli utenti. Il sistema per gestire la propria fattoria e condividere i risultati del proprio lavoro con gli amici ha raggiunto quota 72 milioni di utenti attivi su base mensile, seguita a distanza dall’applicazione simile Farm Town, non a caso al secondo posto tra le parole più gettonate negli aggiornamenti di stato.

La seconda posizione della classifica è invece occupata dall’acronimo FML, il più utilizzato su Facebook negli Stati Uniti. Le tre lettere sono le iniziali del modo di dire “F*ck My Life” e viene utilizzato per esprimere un disagio o qualche elemento di frustrazione legato alla propria vita. Un buon indicatore dell’umore degli utenti di Facebook, il cui andamento ha fatto registrare un picco significativo in concomitanza con gli esami scolastici di fine anno. Al terzo posto nella Memology si è invece affermato l’insieme di parole legate all’influenza A come “Influenza”, “Influenza suina” e “H1N1”, mentre la quarta posizione è stata conquistata dall’argomento “Morte delle celebrità” a causa della scomparsa di alcuni importanti protagonisti come Michael Jackson e Patrick Swayze nel corso del 2009.

I termini “Famiglia, “Mamma”, “Papà”, “Figlio”, “Figlia” e “Figli” si sono attestati al quinto posto della classifica raccolti nella voce “Famiglia”. L’utilizzo di tali termini è aumentato sensibilmente nel corso del 2009 e potrebbe testimoniare la progressiva adozione del social network da parte di un maggior numero di generazioni. Al sesto posto si registra la presenza del cinema con alcuni titoli di successo richiamati nei messaggi di stato come New Moon, Transformers, Star Trek e Harry Potter, mentre al settimo posto i team americani Steelers e Yankees hanno caratterizzato la voce “Sport”.

All’ottavo posto della Memology spicca il termine “Health Care”, locuzione molto presente nel dibattito pubblico negli States in seguito alla decisione dell’amministrazione Obama di riformare il sistema sanitario, e al nono si collocano invece i termini legati a Facebook. Cambiamenti nelle regole della privacy, novità offerte dalla piattaforma e consigli per usare al meglio il social network hanno catalizzato l’attenzione degli utenti, che con frequenza hanno utilizzato le parole “FB”, “FB Friends” e “News Feed” nei loro aggiornamenti di stato. La parola Twitter giunge nella posizione seguente, la decima, testimoniando l’importanza dell’integrazione della piattaforma per il microblogging all’interno di Facebook. Chiudono la classifica le parole “Anni” in undicesima posizione, “Lady Gaga” alla dodicesima, “Yard” al tredicesimo posto, “Religione” nella quattordicesima posizione e infine “Io” (la lettera “I” in inglese) al quindicesimo posto.

La prima Facebook Memology fornisce una interessante prospettiva sui principali trend emersi nel corso del 2009 sul social network. La classifica è naturalmente viziata dal campione analizzato, limitato per quest’anno alla sola comunità di utenti degli Stati Uniti. Realizzare una lista dei principali trend su scala globale non sarebbe del resto facile a causa delle numerose lingue utilizzate su Facebook e della quantità complessiva degli iscritti, ormai oltre i 350 milioni di utenti.