QR code per la pagina originale

Apple, un tablet di nome iSlate

Potrebbe chiamarsi iSlate il nuovo atteso tablet prodotto da Apple. La società di Cupertino è proprietaria del dominio islate.com e sembra abbia registrato tale marchio almeno negli USA e in Europa attraverso una società di copertura

,

Entro la fine del prossimo gennaio, Apple potrebbe presentare il proprio atteso e chiacchierato tablet. L’ipotesi di una presentazione nel corso dell’ultima settimana del primo mese del 2010 ha dato vita a una nuova ampia serie di rumor online, principalmente concentrati sul possibile nome del nuovo dispositivo. La proprietà del sito web www.islate.com da parte della società di Cupertino sembra suggerire per il nuovo tablet il nome iSlate.

L’ipotesi è stata ventilata dal sito di informazione online Mac Rumors, solitamente bene informato sui piani condotti in gran segreto da Apple per il lancio dei propri nuovi prodotti. Il dominio islate.com era stato inizialmente registrato nell’ottobre del 2004 da una società chiamata Eurobox Ltd., ma un paio di anno dopo era passato nelle mani dell’azienda Data Docket Inc. Nel 2007, il dominio fu nuovamente trasferito verso il registrar MarkMonitor.com, una società che gestisce e tutela numerosi brand e domini internet per molte aziende, Apple compresa. Il nome dell’effettivo proprietario di islate.com risulta dunque mascherato, ma grazie a una serie di ulteriori ricerche gli autori di Mac Rumors hanno trovato alcune tracce legate al dominio riconducibili ad Apple.

All’epoca dell’ultimo trasferimento di islate.com nel 2007, per alcune settimane il nome di Apple rimase visibile come società proprietaria del dominio. Il nominativo fu cambiato dopo poche settimane, offrendo comunque un arco di tempo sufficiente per essere tracciato e ritrovato a due anni di distanza dagli autori del sito web di informazioni e rumors sulla mela morsicata.

La proprietà del dominio islate.com potrebbe costituire un ulteriore indizio sul tablet targato Cupertino. Il nuovo brand offre, infatti, almeno due elementi rilevanti: la “i” che contraddistingue buona parte dei prodotti consumer Apple dagli iMac agli iPhone passando per gli iPod, e la parola “slate” che significa letteralmente tavoletta / lavagna. Lo spazio online islate.com, al momento inattivo, potrebbe dunque essere utilizzato per il nuovo terminale ormai pronto per essere presentato il prossimo 26 gennaio 2010, almeno secondo gli immancabili rumor.

Le ipotesi formulate in Rete nel corso degli ultimi giorni intorno a iSlate sembrano trovare ulteriori conferme sul fronte della proprietà del brand. Il marchio “iSlate” appartiene infatti a Slate Computing, una società forse creata ad hoc da Apple per ottenere la registrazione e la protezione del nuovo trademark senza destare particolari clamori. Il nome iSlate è stato registrato nel novembre del 2006 da Regina Porter, responsabile dei marchi solitamente posseduti da Apple.

Su Slate Computing si conoscono ben pochi dettagli, una condizione che sembra confermare la natura della società creata appositamente per mascherare le manovre di Cupertino. L’azienda fantasma ha ottenuto la registrazione del marchio iSlate anche nell’Unione Europea attraverso l’impegno del medesimo studio legale che per Apple aveva già curato la registrazione di altri trademark come l’iPhone. Le tracce lasciate da Apple sembrano dunque portare verso un tablet chiamato iSlate.

Notizie su: ,