QR code per la pagina originale

DivX Tv, quando la Rete va in televisione

Al CES di Las Vegas anche DivX ha presentato la propria idea per arricchire lo schermo televisivo di contenuti provenienti dal Web. La DivX Tv mette l'utente al centro del proprio ecosistema multimediale fornendo filmati, fotografie ed altri contenuti

,

Nelle ore in cui Yahoo ha presentato la propria idea per portare i widget sugli schermi televisivi dotati di connettività al Web, anche il gruppo DivX ha sfruttato la platea del CES di Las Vegas per spiegare il proprio modo di interpretare il modo in cui la Rete e la Televisione debbano incontrarsi. La proposta prende il nome di DivX Tv, qualcosa che metta nelle mani degli utenti un nuovo tipo di contenuti grazie alla piattaforma software progettata allo scopo.

«La Tv sta per diventare molto più interessante. DivX Tv porta tutti i contenuti ed i servizi Internet preferiti direttamente sulla tua tv o player Blu Ray senza il bisogno di un Pc. La semplice interfaccia della DivX Tv ti offre immediato e gratuito accesso a tutti i tuoi media preferiti in un solo posto, secondo la tua pianificazione. Divertiti con gli ultimi video dal Web, gli show televisivi, i blockbuster di Hollywood ed il tuo servizio di social network preferito». A tutto ciò si aggiungano collezioni personali di film, musiche e fotografie: DivX intende mettere assieme tutto ciò per fare in modo che, seduto sul divano, l’utenza possa davvero sentirsi al centro dell’intero ecosistema multimediale privato.

DivX Tv

DivX Tv

Sul sito ufficiale del prodotto, DivX offre informazioni per utenti, OEM e content provider. Flessibile, aggiornabile, scalabile e semplice, la piattaforma si presenta però soprattutto come ubiqua: la DivX Tv può infatti essere utilizzata tanto sul pc, quanto sulla televisione, quanto ancora sui dispositivi mobile. Secondo quanto illustrato nella presentazione al CES, LG Electronics sarà il primo gruppo certificato come OEM, pronto a portare il servizio tanto sulle televisioni dotate di connessione quanto sui player Blu Ray già fin dai prossimi mesi. Per i content provider, invece, apposite soluzioni di advertising sono state pensate per fare in modo che i contenuti distribuiti in rete possano divenire monetizzabili anche sul grande schermo televisivo.