QR code per la pagina originale

Call of Duty vale 1 miliardo di dollari

La Activision Blizzard può brindare: secondo alcune stime, il videogioco Call of Duty: Modern Warfare 2 avrebbe superato quota 17 milioni di copie vendute per oltre 1 miliardo di fatturato. I record di Titanic e Grand Theft Auto sono nel mirino

,

Call of Duty è oro puro per la Activision Blizzard. Il titolo ha offerto grandi performance fin dalle prime serie, ma la nuova versione ha saputo stupire più di ogni altra giungendo addirittura a superare la soglia del miliardo di dollari di fatturato ad appena 2 mesi dalla distribuzione.

L’esordio era stato da record. Fu record nelle prime 24 ore, fu da record la prima settimana (550 milioni di dollari in appena 5 giorni), quindi le settimane natalizie hanno portato ad una crescita che ha confermato ciò che di buono il videogioco aveva promesso: l’imposizione sul mercato dell’esperienza di intrattenimento di maggior successo della storia. Interessanti, in questo contesto, le cifre raccolte dalla BBC, secondo cui Titanic avrebbe fatturato fino ad oggi 1.8 miliardi di dollari e The Lord of the Rings: The Return of the King avrebbe raccolto 1.12 miliardi. La seconda piazza è vicina, mentre Titanic prima e probabilmente Avatar poi saranno obiettivi probabilmente troppo lontani. L’intera serie, nel frattempo, ha già ampiamente superato i 3 miliardi di dollari complessivi.

Ma un altro obiettivo sarebbe già nell’obiettivo: secondo alcuni analisti, Call of Duty avrebbe tutte le carte in regola per diventare il videogioco più venduto della storia in quanto a numero di unità distribuite. Call of Duty: Modern Warfare 2 sarebbe stato distribuito ad oggi in circa 17 milioni di unità. Il record precedente appartiene a “Grand Theft Auto: San Andreas” del 2004. Il gap potrebbe pertanto essere presto colmato, il tutto nonostante un contesto di per sé non ottimale. Il mercato dei videogiochi, infatti, sarebbe in rallentamento tendenziale: dopo aver ottenuto buone performance lungo tutto il 2009 nonostante la crisi economica, la vendita dei videogiochi ha rallentato durante il periodo natalizio ed i maggiori gruppi del settore non sembrano poter consegnare buone previsioni di bilancio per l’anno a venire.