QR code per la pagina originale

IDC, buone notizie per il mercato dei Pc

Le analisi IDC descrivono un mercato dei personal computer nuovamente in grado di volare. Gartner conferma. Buone le performance in tutto il mondo, ottime e sopra le previsioni soprattutto quelle del mercato USA. Bene i netbook, molto bene Toshiba

,

Le analisi IDC restituiscono buone notizie: la fine del 2009 ha visto una improvvisa accelerazione nella vendita dei personal computer. Il mercato si attendeva buone performance dal mercato, ma il fatto che i numeri reali abbiano superato le più ottimistiche stime degli analisti restituisce nuovo ottimismo: ossigeno puro per l’inizio di questo nuovo anno.

Secondo IDC l’ultimo trimestre del 2009 ha visto crescere il mercato complessivamente del 15.2% rispetto allo stesso periodo del 2009, con stime antecedenti che non andavano oltre il +11% per il periodo di riferimento. L’errore (e conseguente la notizia migliore) è relativo agli Stati Uniti: sebbene per gli USA la stima fosse di un risicato +6%, in realtà le unità distribuite sono aumentate del 24% grazie soprattutto al traino dei netbook. I piccoli dispositivi che hanno colonizzato il mercato nel 2009 avrebbero assommato nel trimestre in esame ben il 20% del totale dei Pc venduti, rappresentando pertanto una componente fondamentale della crescita finale.

La parallela analisi Gartner ha indicato numeri importanti soprattutto per Toshiba, giunta alla quarta posizione tra i produttori hardware sul mercato USA. Cupertino ha distribuito nel quarto trimestre 2009 il 7.5% dei dispositivi (+23.3% rispetto al 4Q 2009), mentre Toshiba ha superato l’8% con una crescita del 70% anno su anno. Le prime tre posizioni rimangono occupate da HP, Dell e Acer con la prima e l’ultima ad ottenere performance trimestrali di grande importanza (rispettivamente +45.1% e +48.4% rispetto all’ultimo trimestre dell’anno antecedente).

Dell, in seconda posizione, sembra aver seguito una politica differente confermando le proprie pratiche di vendita (con focus particolare al mondo al mondo business) e difendendo anzitutto i profitti. Soltanto i prossimi bilanci sapranno confermare la bontà o meno di questo tipo di scelta nei confronti della concorrenza, il tutto mentre il mercato sembra rialzare la testa ed i tablet si configurano come la possibile nuova grande svolta per quelle che saranno le vendite per i mesi a venire (risultati concreti da questo nuovo concept non dovrebbero comunque giungere sul mercato prima dell’anno venturo).

Notizie su: