QR code per la pagina originale

Apple e RIM denunciate da Kodak

,

Apple e RIM denunciate da Eastman Kodak per una questione relativa alla violazione di brevetti. È questa, in estrema sintesi, la notizia che vede coinvolti i due big dell’high-tech e la celebre casa americana attiva nel settore della fotografia digitale e analogica.

Le denunce presentate da Kodak presso l’International Trade Commission sono due, di queste, una è rivolta alla sola Apple, mentre l’altra vede sotto accusa anche Research in Motion.

Secondo quanto riferito da Kodak, sia Apple che RIM avrebbero violato un suo brevetto relativamente alla tecnologia che consente la visione dell’anteprima degli scatti integrata sui due “cavalli di battaglia” delle due aziende, ovvero l’iPhone e il Blackberry.

Un brevetto per il quale una trentina di produttori, tra cui LG, Samsung, Motorola, Nokia, e Sony Ericsson, hanno invece pagato, a differenza di Apple e RIM, le regolari royalties a Kodak.

Alla base dell’azione non ci sarebbe quindi la volontà di impedire l’utilizzo di tale tecnologia sugli smartphone dei due gruppi, ma soltanto l’obiettivo di trarre profitto dalla vendita della licenza d’uso, come dichiarato da Kodak in un comunicato:

Il nostro interesse primario non è quello di impedire la disponibilità di qualsiasi prodotto, ma di ottenere un giusto compenso per l’uso delle nostre tecnologie.

Alla stessa maniera, si tratterebbe di questioni economiche anche per quanto riguarda la seconda delle due denunce presentate da Kodak, che vede però coinvolta soltanto Apple nella violazione di due brevetti legati alla visualizzazione di foto a differenti risoluzioni e ad un sistema per l’elaborazione delle immagini.

Così per Apple, dopo la vicenda ancora aperta con Nokia, si apre un nuovo versante delle dispute legali su presunte violazioni di brevetti.

Notizie su: