QR code per la pagina originale

Antivirus gratis, ecco quale scegliere

,

Avere un antivirus sul PC, soprattutto se con sistema operativo Windows, è di fondamentale importanza. Ciò non significa necessariamente pagare fior di quattrini per un software; ci sono parecchie soluzioni gratuite di antivirus.

Sicuramente i migliori si contano sulle dita di una mano: Avast, AVG, Avira, Microsoft Security Essentials, Panda Cloud Antivirus e Comodo.

Parto da quest’ultimo, new entry in questa categoria. Comodo (versione 3.8), sin dalla sua nascita, è sempre stato conosciuto come uno dei migliori Firewall in circolazione, da poco tempo è entrato a far parte anche del mondo degli antivirus. Il pacchetto Internet Security include al proprio interno un antivirus, firewall e Anti-Malware.

Panda Cloud Antivirus (versione 1.0) appena arrivato alla versione 1.0, forse è il più giovane tra quelli elencati, eppure già garantisce un’ottima stabilità e sicurezza; ciò è dovuto alla decennale esperienza di Panda nel mondo degli antivirus. Dalla software house garantiscono si tratti di una delle soluzioni più leggere, tra quelli attualmente sul mercato. Ciò è dovuto a una modalità ibrida in grado di far lavorare il software sfruttando la potenza di server remoti (cloud computing).

Microsoft Security Essentials (versione 1.0), la software house sicuramente non ha bisogno di presentazioni, e la soluzione antivirus è la diretta discendente di OneCare e dei vari firewall e Defensive presenti oggi nei nostri PC.

Avira (versione 9.0), insieme ad AVG e Avast, fa parte del pacchetto storico degli antivirus gratuiti. È un antivirus leggero che lavora in background, senza dare alcun disturbo all’utente. Lo si nota realmente solo nel momento in cui svolge l’attività di controllo (che può essere impostata giornaliera, settimanale o mensile).

AVG (versione 9.0), insieme a Comodo, risulta essere probabilmente la soluzione più completa; al suo interno, infatti, è presente l’antivirus, antispyware, scanner di email, scanner di link e scanner dei risultati dei motori di ricerca. Tutto questo “malloppo” lo rende un po’ lentino, ma è altamente consigliato su quei PC che ricevono quotidianamente quantità industriali di file e sono collegati 24 ore al giorno a Internet.

Ultimo, ma non certamente in ordine di importanza, Avast (nel momento in cui scrivo manca poco per la versione 5). La particolarità di questo antivirus (nella versione 4) è l’interfaccia grafica, molto simile a un’autoradio. Proprio sulla semplicità d’uso e sull’interfaccia fa leva la software house. Al suo interno, Avast, oltre all’antivirus, ha un antirootkit e un antispyware. La nuova versione 5 migliora sensibilmente la vecchia interfaccia, rendendola un po’ più 2.0; la nuova protezione real time sicuramente rende il software più sicuro di quanto non lo fosse il precedente, e allo stesso tempo, come segnalato dalla software house, i processi sono più leggeri, quindi il PC “respira meglio” (rispetto alla vecchia versione).

Tra questi non esiste un reale vincitore, sono software che si adattano alle esigenze di ognuno. Certamente ce n’è qualcuno che va integrato con altri software (per esempio chi non ha il firewall deve appoggiarsi a quello di Windows o ad altro di terze parti) e qualcun altro che è completo ma rallenta la macchina. Il consiglio è quello di provarli (uno alla volta per non creare conflitti) e di scegliere quello che fa per voi.

Notizie su: