QR code per la pagina originale

Light Touch, quando il touchscreen è proiettato

,

Nel corso del recente CES 2010 di Las Vegas sono state presentate alcune novità tecnologiche legate all’elettronica di consumo. Fra le numerose proposte, Light Blue Optics si è dimostrata capace di mettersi in evidenza con un interessante prodotto, ovvero una tastiera a proiezione laser, in grado di trasformare una qualunque superficie in un display touchscreen virtuale.

Il suo funzionamento è piuttosto semplice: basta puntare il sensore (possibilmente in un ambiente buio per avere una maggiore leggibilità dei pulsanti) e premere i tasti virtuali proiettati sulla superficie del tavolo di casa o di qualunque altro piano. L’interazione con il sistema è quindi veloce ed intuitiva, anche se ovviamente mancherà la sensazione del contatto fisico.

L’evoluzione delle tastiere proiettate è stata velocissima: le prime erano semplici fasci colorati, in genere rossi, che definivano i contorni di una periferica di input virtuale e spesso non molto sensibili. Da allora lo sviluppo di questa tecnologia ha attirato numerosi esperti e, proprio durante il CES 2010, questo prototipo è stato molto apprezzato.

Nella dimostrazione effettuata, il sistema Light Touch (governato da Windows CE) ha lasciato i vari tester a bocca aperta, per l’alta qualità del touchscreen proiettato anche in condizioni di buio non completo.

L’azienda promette che nelle prossime release verrà implementato anche il riconoscimento dei comandi multitouch.

Ecco, di seguito, un video relativo alla presentazione del prodotto:

Notizie su: