QR code per la pagina originale

Apple iPad: bello, costoso e inutile?

,

Sono trascorse poche ore dalla presentazione dell’ultimo gioiello tecnologico di Apple, ma sono già centinaia le discussioni pro e contro che è possibile leggere in Rete.

Su una cosa sono tutti d’accordo: è un dispositivo molto gradevole esteticamente. Ma sono in molti a chiedersi: “A cosa serve?”. Vediamo dunque di esaminare in dettaglio i pregi e i difetti del tablet Apple.

Steve Jobs durante il keynote ha presentato l’iPad come il sostituto del netbook, essendo in grado di eseguire gli stessi compiti, ma molto meglio. L’iPad rappresenta per Jobs il punto di unione tra gli smartphone e i notebook: “il problema dei netbook è che sono migliori in niente”.

Le caratteristiche hardware più interessanti sono sicuramente il SoC Apple A4 e il display multitouch capacitivo da 9,7 pollici con risoluzione di 1024×768 pixel. Sulle prestazioni del chip non si può ancora dire nulla, in quanto mancano test specifici e confronti con i diretti concorrenti (come lo Snapdragon di Qualcomm). Parliamo invece del display.

Uno dei compiti che il tablet di Apple è in grado svolgere è la riproduzione video HD fino a 720p in standard H.264 (ovviamente il contenitore è MOV non MKV), ma lo schermo ha un aspect ratio di 4:3 non 16:9 come la totalità dei video HD. Potrebbe essere visto come un compromesso per poter sfruttare la qualità del display durante la navigazione Internet, la lettura e l’esecuzione di giochi.

Il display è ottimo per visualizzare pagine Web, applicazioni grafiche e immagini, ma come si può leggere un libro su uno schermo LCD in condizioni di luce non ideali o addirittura alla luce del Sole, senza stancare gli occhi? Meglio allora acquistare un vero eBook reader che utilizza la tecnologia e-ink, perfetta per la lettura sotto una fonte luminosa diretta.

Uno dei pregi che abbiamo evidenziato nell’articolo sull’iPad è la compatibilità delle applicazioni sviluppate per iPhone e iPod Touch, in quanto l’iPad ha un sistema operativo derivato da quello dei fratelli minori. Purtroppo però ciò comporta anche delle limitazioni, come la mancanza del supporto Flash e, ancora più grave, l’assenza del multitasking per le applicazioni non Apple. Non era forse meglio installare una versione light di Mac OS X?

Per quanto riguarda la dotazione hardware dobbiamo segnalare la mancanza di una fotocamera, di una porta USB e soprattutto di un card reader, necessario per una eventuale espansione (la versione più economica ha solo 16 GB di memoria), senza ricorrere a costosi accessori esterni. Infine, l’iPad non può essere nemmeno considerato uno smartphone, in quanto il modulo 3G è abilitato solo alla trasmissione dati.

Insomma, come tutti i nuovi prodotti Apple, anche l’iPad ha avuto un enorme impatto mediatico, ma il suo successo sarà garantito dalle sue caratteristiche rivoluzionarie o solo perché è un prodotto fashion?

Notizie su: