QR code per la pagina originale

Fujitsu vs Apple: scontro sui diritti per il nome iPad

,

Apple non ha ancora immesso sul mercato il suo chiacchieratissimo quanto atteso iPad e già deve far fronte a fastidiose questioni legali relative proprio al nome scelto per il suo nuovo device.

A rivendicare la paternità del nome “iPad” è Fujitsu, che già nel 2002 aveva lanciato un proprio prodotto usando proprio questo nome.

Il Fujitsu iPad era un apparecchio pensato per attività di scanning e backoffice, utile a consentire la velocizzazione di alcune procedure legate alla vendita in-store, come precisato da Webnews, che offre anche una panoramica delle caratteristiche hardware dell’accessorio, comprendenti un processore Intel PXA 270, software Microsoft CE.NET 5.0, connettività 802.11 b/g, Bluetooth 1.2, RAM da 128MB e display TFT LCD da 3.5 pollici, oltre a microfono e speaker incorporati.

Fujitsu ne rivendica quindi la titolarità e i fatti sembrano darle effettivamente ragione, anche se la storia del nome iPad è decisamente più complessa e articolata, dato che la prima registrazione del nome risale alla Mag-Tech, una piccola azienda californiana impegnata nella produzione di dispositivi portatili per la conservazione dei dati. Da qui l’arrivo della Fujitsu, nel 2003, la cui richiesta di registrazione venne in seguito bloccata proprio a causa delle proteste di Mag-Tech, che aprirono una vertenza durata anni fino a quando, come pare, la casa giapponese è riuscita ad ottenere la titolarità dell’utilizzo del nome.

Adesso la storia si ripete, con Fujitsu a rivendicare i propri diritti probabilmente non tanto perché intenzionata ad usare il nome oggetto della contesa, come osservato da alcuni, quanto per monetizzare al massimo ciò che essa consiera ancora di sua proprietà.

Sarà da vedere la risposta di Apple, che avrà tempo fino al 28 febbraio per esporre le proprie ragioni, anche se è facile pensare che la situazione si potrà sistemare dietro un accordo economico tra le due aziende.

Notizie su: