QR code per la pagina originale

Firefox diventa mobile per Maemo

Mozilla ha da poco rilasciato la versione mobile di Firefox per la piattaforma Maemo. Il celebre browser può essere installato su alcuni dispositivi mobili come N900 di Nokia e offre numerose funzionalità simili alla tradizionale edizione desktop

,

Dopo una lunga fase di gestazione, Mozilla ha da poco rilasciato una versione mobile del proprio browser Firefox compatibile con la piattaforma Maemo di Nokia. Il celebre applicativo per navigare online è già disponibile per il download e può essere installato sullo smartphone N9oo prodotto dalla società finlandese. La versione mobile del browser racchiude in sé buona parte delle funzionalità disponibili nell’edizione tradizionale per computer, da poco giunta alla release 3.6.

«Portare Firefox sui dispositivi mobili è il prossimo passo per compiere la missione di Mozilla tesa a offrire un accesso unico al Web a prescindere dal dispositivo e dalla propria posizione. Sicuro, potente e personalizzabile, Firefox è il browser mobile più moderno disponibile ed è ottimizzato per l’esperienza in mobilità. Alcuni concetti chiave nel design sono alla base dell’esperienza d’uso della navigazione online inclusi il numero minimo di digitazioni richieste, la sincronizzazione con la versione desktop di Firefox e la possibilità di portare Firefox sempre con te, solo per citarne alcuni» si legge nel comunicato da poco diffuso da Mozilla.

Il nuovo browser mobile offre un’interfaccia molto essenziale, ideale per essere visualizzata sul display dalle dimensioni ridotte dello smartphone senza sottrarre spazio ai contenuti delle pagine visitate. Durante lo scrolling verticale, la barra degli indirizzi scompare offrendo un’area maggiore per la riproduzione del sito web visualizzato. Scorrendo la schermata verso destra o verso sinistra, la versione mobile di Firefox offre un paio di barre degli strumenti verticali aggiuntive per gestire la navigazione, accedere ai preferiti e ai pannelli aperti, una funzione molto utile per avere i contenuti a portata di mano senza sottrarre pixel alle pagine.

La barra degli indirizzi offre una gamma di funzionalità del tutto simili a quelle presenti nell’edizione desktop di Firefox. Durante l’inserimento del testo nella barra, l’applicativo offre una serie di suggerimenti basati sulla cronologia e le proprie abitudini per accedere più rapidamente alle pagine desiderate. Una piccola barra aggiuntiva nella parte inferiore della schermata consente, inoltre, di selezionare rapidamente un motore di ricerca per portare a termine la propria query. Tale funzione consente di accedere con facilità non solo alle pagine dei risultati dei principali sistemi per le ricerche online come Google o Yahoo, ma anche alle voci dell’enciclopedia condivisa Wikipedia.

La versione mobile di Firefox per la piattaforma Maemo comprende anche l’opzione Weave-Sync per sincronizzare le schede, la cronologia, i propri preferiti e le password con l’edizione desktop del browser. Analogamente alla edizione tradizionale dell’applicativo per navigare online, anche la versione per smartphone consente di installare alcuni add-on utili per estendere le potenzialità e le capacità del browser. Le estensioni disponibili sono al momento 40, ma con la progressiva diffusione del software realizzato da Mozilla dovrebbero aumentare considerevolmente.

Sfruttando le informazioni fornite dal GPS, o dalla connessione wireless, l’applicativo è anche in grado di offrire servizi dedicati basati sulla propria posizione geografica. L’add-on YouTube Enabler rende, invece, la versione mobile di Firefox compatibile con il celebre portale per la condivisione dei video, offrendo un sistema di visualizzazione simile a quello da tempo presente sugli iPhone. Il plugin per Flash Adobe inizialmente previsto è stato, invece, escluso (il suo utilizzo rimane opzionale) a causa di alcuni problemi di stabilità e alla resa non ottimale attraverso il browser, un problema che si aggiunge all’acceso dibattito sulle prestazioni del celebre sistema per la grafica vettoriale e sul proprio futuro sui dispositivi mobili, iPad compreso. La compatibilità con gli ultimi standard, come HTML5, dovrebbe comunque consentire agli sviluppatori di terze parti di realizzare nuove soluzioni per arricchire ulteriormente l’applicativo con nuove funzionalità.

La versione mobile di Firefox per Maemo costituisce un buon punto di partenza per Mozilla, alla ricerca di nuovi spazi nel crescente e dinamico comparto degli smartphone. L’implementazione di nuove soluzioni per altre piattaforme potrebbe far presto impensierire alcuni concorrenti come Opera, da tempo impegnata nello sviluppo e nella distribuzione di applicativi per navigare online tramite dispositivi mobili. Firefox è il secondo browser più utilizzato al mondo e potrebbe dunque sfruttare la propria fama per estendere la propria presenza a scapito dei concorrenti.