QR code per la pagina originale

Quale smartphone usa Linus Torvalds?

Linus Torvalds ha annunciato dal proprio blog di aver acquistato un Nexus One. E di esserne stato piacevolmente sorpreso. Torvalds, infatti, non apprezza particolarmente i telefonini, ma rispetto al G1 ha visto forti passi avanti. E ne parla pubblicamente

,

Quale cellulare usa Linus Torvalds? Quale smartphone potrebbe aver scelto colui il quale ha dato vita al progetto Linux, portando così avanti una filosofia vera e propria che molti hanno abbracciato nelle personali scelte di computing? La domanda è oggi significativa, poiché le scelte sono molte ed il mercato è andato maturando molto in fretta. E la risposta arriva direttamente da Torvalds, il quale confessa di aver acquistato da pochi giorni un Nexus One.

Linus Torvalds spiega di aver avuto in passato un G1, ma di non averlo acquistato: giunse direttamente da Google in occasione del lancio ed il padre di Linux ne ha potute così assaggiare le qualità per qualche tempo. Torvals, però, confessa di non essersene innamorato.

Nel proprio post Torvalds esprime comunque un generale disamore nei confronti dei telefonini: «In generale io odio i telefoni. Sono irritanti e disturbano quando stai lavorando, leggendo o facendo qualsiasi altra cosa. E un telefonino per me è solo un’occasione per essere irritato ovunque io sia. Il che non è cosa buona». Partendo da queste premesse sembra essere particolarmente difficile per un cellulare conquistare il cuore di Torvalds, ma il Nexus One sembra esserci comunque riuscito.

Google Nexus One

Torvalds spiega di volere (e non v’erano dubbi) un cellulare con anima Linux, ma di non aver apprezzato le soluzioni finora prospettate. Il G1, ad esempio, sarebbe stato utilizzato soltanto per alcuni giochini precaricati, ma questo evidente disamore non ha permesso di approfondire rapporto e conoscenza. Al secondo tentativo Google ha però colto nel segno. Torvalds, in particolare, spiega di aver apprezzato in modo particolare il modo in cui il cellulare integra le mappe: «ora ho un utile gadget. Il fatto che tu possa anche usarlo come un telefono è una cosa secondaria».

Torvalds si è dunque innamorato del Nexus One “smartphone”, ma la telefonia continua ad interessare poco. Chissà cosa potrebbe pensarne ora dei Nokia, il cui codice è appena stato rilasciato sotto licenza open source, la cui gamma comprende l’appendice Maemo e la cui offerta per la navigazione satellitare è da qualche tempo gratuita. Per Torvalds il rapporto intimo con gli smartphone è però iniziato soltanto ora per sua esplicita ammissione. E Linux ha ancora molto da dire in questo settore, sebbene Nokia e Android abbiano per certi versi ristretto il campo di applicazione possibile per ulteriori soluzioni anti-iPhone ed anti-Windows Mobile.

Notizie su: