QR code per la pagina originale

Ragnar Tornquist di Funcom parla del progetto The Secret World

Intervistato da Gamasutra, l'autore norvegese parla del nuovo MMORPG in arrivo

,

Ha fatto nei giorni scorsi la sua comparsa, sulle pagine di Gamasutra, un’interessante intervista a Ragnar Tornquis, impegnato con Funcom nello sviluppo del nuovo MMORPG The Secret World.

Stando a quanto dichiarato dal game designer norvegese, l’idea originale per il titolo risale addirittura al 2002, anche se la sua collaborazione con la software house ha preso vita soltanto quattro anni più tardi.

In tutti questi anni, Funcom avrebbe fatto tesoro dell’esperienza acquisita con lo sviluppo di Age of Conan, riutilizzandone alcuni elementi per The Secret World (come il motore grafico e le tecnologie per la gestione delle connessioni), ma creando un concept ex novo per quanto riguarda l’ambientazione, il gameplay e l’interazione tra i giocatori.

Una delle caratteristiche più innovative del titolo riguarda senza dubbio il suo prendere vita nel mondo odierno, abbandonando così l’ormai inflazionata formula dell’universo fantasy-medievale. Secondo Tornquist, quest’idea naque addirittura alla fine degli anni ’90, quando egli stesso gettò le basi per la creazione di un videogioco ambientato proprio in un contesto attuale. Il tutto, si è poi concretizzato nella creazione di quella che lui stesso definisce come una sorta di “piccola Londra virtuale”.

Non resta che attendere ulteriori informazioni in merito ad uno dei titoli che, più di ogni altro, sembra avere le carte in regola per rivoluzionare finalmente il panorama dei MMORPG, anche per il fatto di non richiedere un notevole investimento in termini di tempo per accrescere di livello i propri personaggi: in The Secret World non sarà infatti necessario scegliere classe, razza, oppure accumulare per giorni e giorni esperienza o item rari; tutto sarà disponibile a tutti, fin dal loro primo momento di gioco.

Notizie su: