QR code per la pagina originale

Brunetta, Bing, Google e la Pubblica Amministrazione

,

Fornire alla cittadinanza un canale preferenziale per il reperimento di informazioni affidabili e ufficiali, attraverso due dei più importanti motori di ricerca attualmente operanti sul Web. Questo l’obiettivo degli accordi siglati in questi giorni dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione con Bing e Google.

Ad ufficializzarlo è il ministro Renato Brunetta che, pronunciandosi in merito all’intesa raggiunta con Microsoft, assicura che non andrà a gravare sui conti pubblici: sarà infatti l’azienda di Redmond a farsi carico degli investimenti necessari alla messa in opera della collaborazione.

I siti del Governo avranno quindi una rilevanza maggiore nelle SERP, così da consentire ai navigatori un accesso più rapido e semplificato alle fonti istituzionali, come recita il comunicato comparso sul portale del Ministero.

Questa mattina (ieri, 25 febbraio) a Palazzo Vidoni il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta e il Senior Chairman di Microsoft EMEA e Vice President di Microsoft Corporation Umberto Paolucci hanno siglato un protocollo d’intesa per promuovere azioni comuni volte alla diffusione dell’utilizzo di tecnologie ICT con particolare riferimento a servizi e strumenti di search e retrival per i servizi Web della Pubblica Amministrazione rivolti al cittadino. […] L’accordo, della durata di un anno, renderà più efficaci le interazioni dei cittadini con la Pubblica Amministrazione, permettendo contemporaneamente una maggiore efficienza dei servizi gestiti online attraverso l’automazione e la digitalizzazione.

Ovviamente, alla base di un più adeguato posizionamento dei siti in questione sui motori di ricerca, ci deve essere un impegno nel migliorarne le caratteristiche. Il ricordo dell’infelice primo esordio del portale Italia.it è tutt’altro che scemato e rialzarsi da un nuovo scivolone di uguale entità potrebbe essere più difficile di quanto si possa pensare.

Notizie su: