QR code per la pagina originale

Rilasciato Opera 10.50, il browser più veloce per Windows?

,

La velocità è tutto o così pare, almeno per i produttori di browser. Infatti, da un po’ di tempo a questa parte, assistere alla presentazione di una qualsiasi nuova versione di un software per la navigazione assomiglia quasi alla presentazione di un’automobile sportiva, tanto è lo spazio dedicato alle prestazioni più che ad altri aspetti del prodotto di volta in volta presentato.

Pur non arrivando a realizzare un video per mettere in mostra le prestazioni del proprio browser, come fece mesi fa Microsoft quando presentò Internet Explorer 8, anche Opera Software, nel presentare il suo Opera 10.50 rilasciato oggi, parla espressamente di “browser più veloce del mondo su Windows”.

Se Opera sia o meno il browser più veloce, come dicono i suoi produttori, si vedrà con le prime prove sul campo, per adesso, ci si può limitare ad elencare le principali novità che l’ultima versione del programma introduce.

Novità che si annunciano interessanti come il nuovo motore JavaScript Carakan, che sostituisce il vecchio Futhark e che promette di essere fino a sette volte più veloce di quest’ultimo. Ma particolare rilievo merita anche l’aggiornamento che gli sviluppatori scandinavi hanno apportato al motore di rendering Presto, che adesso è in grado di garantire il supporto a HTML 5, quindi ai nuovi i tag video che potrebbero sostituire soluzioni proprietarie come Flash, ad esempio, nello streaming di contenuti audiovisivi sul Web.

Opera 10.50 sfrutta inoltre l’accelerazione hardware al fine di migliorare le prestazioni dirante la navigazione, una particolarità che dovrebbe essere implementata anche nella nuova generazione dei browser degli altri produttori e qui realizzata grazie alla tecnologia Vega, che consente a Opera di essere precursore in questa specifica innovazione.

Dove, invece, il browser nordico arriva con un certo ritardo è nell’introduzione del sistema Private Browsing, ovvero nella possibilità di navigare in maniera anonima in modo che, una volta chiusa la sessione, nessuna traccia dei siti visitati rimanga memorizzata sul computer, aspetto, questo, che Opera introduce con la nuova versione e dove quindi è arrivato in ritardo rispetto ai principali concorrenti, che già da parecchio integrano questa funzione.

Infine, una nota riguardo la nuova interfaccia, che vede la scomparsa del menu testuale, comunque riattivabile in un secondo momento, in modo da ampliare la superficie di visualizzazione dei siti, oltre alla novità per cui adesso il browser è compatibile con gli effetti di trasparenze di Windows Vista e Windows 7.

Opera 10.50 è disponibile sul sito ufficiale o su Download.HTML.it nella sola versione per Windows, la versioni per Linux e Mac arriveranno in un secondo tempo.

Notizie su: