QR code per la pagina originale

Google censura la home di BTJunkie

,

TorrentFreak riporta la notizia che Google avrebbe smesso di dare, come risultato delle sue ricerche, la home page di BTJunkie. Non sarebbe la prima volta che i ragazzi di Mountain View censurano momentaneamente un motore di ricerca per torrent. Era successo già, anche se solo temporaneamente, a The Pirate Bay.

Ma la baia ha sempre avuto l’accortezza di non tenere link a file torrent nella home page. Così non è per BTJunkie e, sospetta TF, proprio la presenza del film Avatar fra i link in prima pagina potrebbe essere la causa della censura. Insomma, sarebbe stata un’ingiunzione della Fox la causa di tutto.

Facendo una prova diretta, ci rendiamo conto che il problema però quasi non sussista: Google, cercando BTJunkie, non dà in effetti la home page, ma altre pagine del sito sono visualizzate senza problemi. In coda ai risultati, ecco il fatidico avviso:

In risposta a una lamentela ricevuta ai sensi della legge americana Digital Millennium Copyright Act (Legge sul copyright digitale), abbiamo eliminato 1 risultato(i) da questa pagina. Se lo desideri, puoi leggere la lamentela DMCA (Legge sul copyright digitale) che ha provocato l’eliminazione all’indirizzo ChillingEffects.org.

Mentre il gestore del portale torrent si diverte a prendere in giro Google, noi restiamo un po’ esterrefatti. Perché censurare una sola pagina di un sito? La lotta alla pirateria si sta facendo sempre più misteriosa.

Notizie su: