QR code per la pagina originale

Nuove CPU Intel per socket e piattaforme diverse

,

Intel, dopo aver iniziato la commercializzazione dei processori basati sui core Clarksfield, Clarkdale e Arrandale per sistemi desktop e notebook, si appresta ad aggiornare i suoi cataloghi con nuovi modelli.

Nel frattempo, su un sito di e-commerce tedesco, è apparso in prevendita a 1.049 euro il primo processore a sei core Gulftown, realizzato a 32 nanometri e noto come Core i7 980X.

Quest’ultimo è una CPU compatibile con il socket LGA 1366 e dunque rappresenta un aggiornamento dell’attuale serie Intel Core i7 900. La frequenza di clock è pari a 3,33 GHz, che sale a 3,6 in modalità Turbo Boost, la cache di terzo livello condivisa tra i sei core ammonta a 12 MB, mentre la cache L2 è di 256 KB per ogni core. L’unico chipset in grado di gestire questi processori con controller di memoria a tre canali è l’Intel X58 Express.

Sempre per il socket LGA 1366, ma stavolta con riferimento all’architettura Nehalem a 45 nanometri, è in arrivo il processore Core i7 930, che sostituirà l’attuale Core i7 920. La frequenza di clock è pari a 2,8 GHz (3,06 in Turbo Mode), la cache L2 è di 256 KB per ognuno dei 4 core, mentre la cache L3 condivisa è pari a 8 MB. Il prezzo al pubblico dovrebbe essere circa 280 euro.

Infine, sempre quad core ma per notebook, Intel proporrà un processore Clarksfield di fascia alta, denominato Core i7 Extreme 940XM, con frequenza di 2,13 GHz e che in modalità Turbo Boost raggiunge i 3,33 GHz. Invariate le altre specifiche tecniche, ovvero supporto DDR3 a 1333 MHz, 8 MB di cache L3 e TDP pari a 55 W. Non è ancora noto il prezzo di vendita.

Notizie su: