QR code per la pagina originale

iPad in Italia a fine aprile

A partire dal 12 Marzo gli utenti USA potranno prenotare il proprio iPad. Il device sarà in vendita a partire dal 3 Aprile. L'arrivo in Italia è previsto per la fine di Aprile. Il prezzo base è di 499 dollari per la versione 16GB senza connettività 3G

,

L’iPad sarà in Italia a partire da fine Aprile. L’annuncio è giunto in queste ore sul sito Apple, ufficializzando così una tempistica che stava iniziando a far discutere i media circa la possibilità di un rinvio dovuto a smentiti problemi con i partner di Cupertino.

Il 3 Aprile sarà il giorno dell’esordio USA. Difficile immaginarsi le code che accolsero l’iPhone, ma è certo che Apple vorrà fare le cose in grande stile per lanciare con il degno risalto l’ennesima rivoluzione partorita dalla mente di Steve Jobs. A partire dal 12 Marzo gli utenti statunitensi potranno iniziare le prenotazioni tanto sull’Apple Store online quanto tramite la catena retail. Il primo iPad sul mercato, però, sarà quello limitato alla rete Wifi, senza modulo 3G. La versione completa giungerà sul mercato soltanto qualche settimana più tardi.

Il prezzo base dei primi iPad sarà pertanto di 499 dollari (16GB), accompagnato dalle versioni da 32GB (599 dollari) e 64 GB (699 dollari). Le versioni per rete 3G avranno un prezzo base maggiorato di 130 dollari (629, 729 e 829 dollari).

Australia, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Spagna, Svizzera e Regno Unito potranno mettere le mani sull’iPad soltanto verso la fine di Aprile, ma la distribuzione sarà immediatamente contemporanea tra le versioni WiFi e WiFi+3G. Nessuna notizia, al momento, relativamente ai prezzi previsti per l’UE: trattasi di dettagli che Apple ha intenzione di rivelare soltanto in prossimità dell’arrivo sul mercato.

Gartner ha previsto per il mondo dei tablet (iPad incluso) qualcosa come 10.5 milioni di unità sul mercato entro l’anno. Le attese sono pertanto elevate e v’è la sensazione per cui i tablet possano sostituire in parte i netbook nell’immaginario collettivo del computing in mobilità. Curioso, infine, come in calce alla presentazione ufficiale Apple si trovi costretta ad avvisare come l’iPad ad oggi non sia ancora stato autorizzato dalla Federal Communications Commission: l’autorizzazione è un passaggio necessario per poter immettere il dispositivo sul mercato, ma è questa una formalità che non rallenterà certo la corsa verso gli utenti.

Con l’arrivo dell’iPad prenderà forma un nuovo tipo di applicazioni pensate per il grande schermo del device, oltre ad una nuova forma di lettura basata sui libri in distribuzione sull’apposito store di Cupertino “iBook“. Steve Jobs non ha nascosto la sua forte fiducia nel buon esito della nuova avventura, ma l’iPad dovrà presto fare i conti con tutta una serie di device similari quasi pronti allo sbarco sul mercato. Entro breve sarà tutto un fiorire di tablet pc. Per l’iPad, insomma, lo sprint iniziale avrà importanza cruciale poiché potrà posizionare il prodotto prima che la concorrenza emergente riesca a far parlare di sé e delle proprie alternative.

Notizie su: ,