QR code per la pagina originale

Ecco come Penguin reinventerà i libri su iPad

,

Ora che grazie ad iPad la corsa all’e-book è ufficialmente partita, l’editore inglese Penguin Books ha mostrato alcune spettacolari idee su come intende affrontare l’argomento. Interattività e Internet la fanno da padroni, e i libri all’improvviso prendono vita.

Nel filmato si vedono entusiasmanti testi interattivi per bambini (anche se 500? di gingillo in mano a un pargolo richiede una certa dose di coraggio), libri educativi che eseguono zoomate e integrano contenuti 3d, titoli con la community integrata, guide e mappe che sembrano vivi grazie a sensori e GPS, nonché un planetario che segue i movimenti dell’utente con un fantascientifico effetto di realtà aumentata.

Presso Penguin sono pronti a scommettere sul successo dell’iPad, e su questo stanno investendo pesantemente; secondo le stime ufficialmente annunciate, infatti, già l’anno prossimo gli e-book eroderanno il 10% delle vendite tradizionali dell’editore, considerando però che attualmente siamo già al 4%. Tuttavia, il formato scelto da Apple per veicolare i testi (il cosiddetto ePub) non è sufficientemente sofisticato da integrare audio, video e streaming, per questa ragione i primi titoli verranno distribuiti sotto forma di applicazione, il che probabilmente sarà un filo disarmante per gli utenti.

Un ultimo appunto va fatto sul contestato modello economico adottato da Cupertino, ritenuto da Penguin estremamente vantaggioso. La norma infatti, in questi casi, è che i venditori al dettaglio detengano qualcosa attorno al 50% contro il 30% richiesto dalla mela, il che si tradurrà probabilmente in prezzi molto aggressivi per l’utenza.

Notizie su: