QR code per la pagina originale

Fable III arriva anche su PC? Rilasciate molte informazioni sul gioco!

Alla GDC svelate varie caratteristiche presenti in questa terza avventura

,

Il creativo Peter Molyneaux, capo di Lionhead Studios, ha approfittato della GDC per rilasciare una pletora di informazioni riguardanti il terzo capitolo di Fable, l’avventura mista a gioco di ruolo che arriverà negli ultimi mesi del 2010, periodo in cui uscirà per Xbox 360 ma probabilmente anche per PC.

Microsoft sta infatti cercando una figura professionale che si occupi di convertire il codice di gioco online della versione Xbox 360 di Fable III per fruirne anche via PC. La notizia non è stata ancora commentata in via ufficiale dai team di sviluppo ma la versione per computer dovrebbe essere abbastanza concreta.

Pare> che il titolo utilizzerà appieno le funzionalità di Project Natal, la periferica a sensori di movimento che, a detta di Molyneaux, è stata migliorata centinaia di volte da quando è stata mostrata all’X10 (l’evento organizzato da Microsoft). Natal aggiungerà qualcosa di importante all’esperienza di gioco, ma non è stato svelato come.

È stato inoltre rivelato che Fable III godrà di una sorta di integrazione con il popolare social network Twitter, ma anche questa funzionalità non è stata ancora spiegata. Possibile che questo venga usato per condividere gli obiettivi sbloccati o il raggiungimento di particolari livelli per il proprio personaggio. Si attendono dunque ulteriori dettagli in proposito.

Volontà della software house per lo sviluppo di questo terzo capitolo è, tra le varie cose, quella di semplificare i menù delle funzionalità possibili. In Fable II, specifica Molyneaux, gran parte dei giocatori non aveva compreso a pieno più della metà delle caratteristiche del gioco proprio per la difficoltà dei menù; a tal proposito, quando ora gli utenti metteranno in pausa l’avventura, visualizzeranno una serie di stanze, che avranno tutte delle funzioni diverse. Il menù, invece, sarà presente direttamente all’interno del gioco stesso.

Le informazioni su Fable III non sono finite, anzi: da un interessante video rilasciato da IGN sono stati svelati alcuni dettagli circa il gameplay del gioco.

In Fable III non saranno presenti le liste dei vari oggetti relativi all’abbigliamento del proprio personaggio, funzionalità presente nei primi due capitoli della serie ma che evidentemente non era stata apprezzata dai giocatori. Per questo motivo, Lionhead Studios ha preferito eliminarla da questo nuovo episodio.

Curioso il paragone fatto da Molyneaux circa i tre capitoli di Fable: i primi due li ha paragonati al DOS (ovvero le funzioni erano tutti presenti nelle liste) mentre Fable III lo paragona a Windows: ogni cosa prima presente nelle liste, sarà adesso presente direttamente nel gioco.

Non ci sarà, inoltre, la barra della salute del personaggio: lo stato fisico verrà visualizzato direttamente su schermo, variando la colorazione in bianco e nero.

I giocatori potranno, per far salire il proprio personaggio al potere, fare continuamente delle promesse alla popolazione (come ad esempio quella di chiudere le fabbriche o di porre fine allo sfruttamento del lavoro minorile): ovviamente non sarà possibile rispettarle tutte e si dovrà effettuare delle scelte continuamente, incorrendo in vari problemi derivanti dalle decisioni intraprese nel corso dell’avventura. In base a cosa si sceglierà, ci si porterà dietro una determinata schiera di seguaci che permetteranno al personaggio di salire di livello.

Si potrà toccare qualsiasi altro personaggio che si incontrerà nel gioco e anche questo, talvolta, porterà ad alcune conseguenze. Ad esempio, toccare con le mani un mendicante e portarlo in città potrà farà sì che questo si fidi, e a quel punto lo si potrebbe vendere a qualcuno che lo ridurrebbe in schiavitù.

Da vari elementi dunque traspare l’intenzione di Molyneaux e Lionhead di voler discostare Fable III dal tipico sistema dei giochi di ruolo; del resto era già stato dichiarato in passato che il gioco sarà orientato maggiormente verso l’avventura e avrà meno funzionalità tipiche degli RPG. Secondo Molyneaux, i giochi di ruolo sono più “di nicchia” mentre gli action/adventure solitamente riescono a vendere di più e a catturare una maggiore quantità di utenza. L’obiettivo di mercato per questo terzo capitolo è infatti piuttosto alto: si dovranno raggiungere i 5 milioni di unità vendute, giusto per dimostrare il successo della direzione artistica, elemento su cui il team sta puntando davvero molto.

Il primo Fable ha venduto 3 milioni di copie sulla prima Xbox, mentre Fable II ne ha venduti 3,5 milioni su Xbox 360.

Tra le chicche, è inoltre stata resa nota la presenza in Fable III di John Cleese come doppiatore: più nello specifico, interpreterà una sorta di maggiordomo che si incontrerà ogni qualvolta si premerà il pulsante di avvio del gioco e andrà ad aggiungere un tocco umoristico in più.

Notizie su: