QR code per la pagina originale

MIX 2010: Internet Explorer 9

In diretta dal MIX2010: tutte le novità preannunciate da Microsoft relativamente al prossimo Internet Explorer 9

,

Las Vegas – La seconda giornata del Mix 2010 è stata dedicata ad Internet Explorer 9. Il browser di Microsoft, progettato – come ha tenuto a specificare più volte il general manager di IE Dean Hachamovitch – con “HTML5 in testa”, avrà un nuovo motore JavaScript, supporterà molte delle specifiche HTML5 e sfrutterà l’hardware del Pc (la GPU) per la grafica: dal rendering dei caratteri alla riproduzione delle animazioni. Includerà un maggiore supporto a CSS3, ai livelli 2 e 3 del DOM, ma non sarà disponibile su Windows XP. Quest’ultima non è notizia ufficiale, ma Hachamovitch, in un incontro con la stampa, ha affermato che “per un browser moderno serve un sistema operativo moderno”.

Durante la giornata è stato anche annunciato il rilascio di una platform preview del browser, una versione indirizzata agli sviluppatori, e priva dell’interfaccia utente, da usare come piattaforma di test. La platform preview include molte delle tecnologie che saranno disponibili nella versione finale di IE9, ma non tutte (manca, ad esempio, l’accelerazione grafica per i video distribuiti con HTML5). Nessuna informazione sulla data di rilascio della versione completa del browser, che dovrebbe arrivare non prima della metà dell’anno prossimo. Anche la beta sembra lontana, mentre è prevedibile un lungo corso della versione attualmente disponibile che, da oggi, sarà aggiornata ogni 8 settimane.

Tutta la grafica dei siti Web verrà, in Explorer 9, accelerata attraverso la GPU: gli elementi grafici, compresi gli elementi scritti in linguaggio SVG, verranno gestiti dai potenti processori grafici che oggi equipaggiano i Pc, lasciando inoltre il processore principale libero di elaborare altre informazioni. Ciò si traduce in animazioni più fluide, grafica più chiara e maggiore velocità di esecuzione. Nella versione finale l’accelerazione riguarderà anche i video serviti attraverso HTML5 (senza plug-in) e distribuiti in formato in H.264, l’unico di cui è stato annunciato il supporto.

Sempre sul lato delle performance, IE9 avrà un motore JavaScript nuovo di zecca (nome in codice Chakra). I test SunSpider presentati durante la conferenza mostrano prestazioni migliori rispetto ad Opera 10.10, Firefox 3.6 e 3.7. Una gran parte del lavoro sul nuovo motore JavaScript è stato dedicato alla gestione del codice: Explorer 9 utilizza codice Javascript compilato gestito da un processo in background, diverso da quello principale. Ciò, soprattutto in sistemi multi-processore, permette una maggiore velocità.

Dal lato degli standard, Microsoft supporterà quelli più utilizzati nel Web di oggi, completandoli con molte delle specifiche HTML5. Microsoft ha anche pubblicato, senza entrare nei dettagli, i risultati di uno studio condotto sui “principali 7000 siti” di cui è stato analizzato l’uso dei singoli standard. I dati raccolti da questo studio serviranno per definire il supporto agli standard in IE9, una delle più delicate scelte nella definizione di un browser.

Molto è stato detto anche riguardo i rapporti fra Silverlight e IE9. Un browser con pieno supporto ad HTML5, è stata la domanda più volte rivolta a manager Microsoft, si troverebbe a sovrapporsi, per molte funzioni multimediali, ad un plug-in come Silverlight. Le due tecnologie, per i manager Microsoft, sono “complementari” e sta agli sviluppatori “scegliere” quale utilizzare. Inoltre, in uno scenario in cui la compatibilità cross-browser sembra ancora lontana e gli standard sono quasi un work in progress, utilizzare un plug-in è ancora la strada migliore per garantire un’unica esperienza su diverse piattaforme.

Proprio dal punto di vista della compatibilità, Microsoft continuerà a sottomettere al W3C test con cui verificare il supporto dei singoli browser alle specifiche del W3C. Di questi test, 100 nuovi sono stati proposti in questi giorni al W3C e riguardano CSS3, il DOM e il supporto SVG. Nel test Acid3, uno dei test comunemente più utilizzati per valutare la compatibilità di un browser – che Microsoft definisce comunque composto “da dozzine di tecnologie diverse, alcune delle quali in prova e incoerenti” – Explorer 9 raggiunge un punteggio di 55 su 100 (Chrome è a 100/100, Firefox 3.6 è a 94/100).

Notizie su: