QR code per la pagina originale

BitDefender mette Windows in quarantena

Il software antivirus BitDefender sta vivendo un grave problema dovuto ad un erroneo update che ha portato in quarantena tanto i file di Windows quanto i file dello stesso antivirus. Ne consegue il blocco completo della macchina e centinaia di lamentele

,

Un problema di update nell’antivirus BitDefender ha portato una massa di utenti furibondi a riversarsi sul forum del gruppo per chiedere spiegazioni immediate. L’inciampo è di quelli clamorosi, il danno è cospicuo e l’urgenza è pertanto ai massimi livelli poichè sono molti gli utenti che, a causa di un problema dovuto all’antivirus, vedono il proprio sistema completamente bloccato ed il lavoro pertanto impossibile.

BitDefender ha immediatamente fatto ammenda spiegando l’origine del problema e promettendo immediato intervento. «In conseguenza dell’update per i sistemi Windows a 64bit è possibile che BitDefender identifichi vari file Windows e BitDefender come file infetti con Trojan.FakeAlert.5»: confermate quindi le indicazioni dell’utenza, secondo cui con medesimo trojan verrebbero identificati tanto i file del sistema operativo quanto quelli dell’antivirus in uso (.exe, .dll ed altri ancora). Continua l’annuncio ufficiale: «A seguito di questo evento, in alcuni casi BitDefender e/o Windows non lavorano in modo appropriato (il pc non viene avviato o certe applicazioni non funzionano a dovere)».

BitDefender 2010

Le versioni di BitDefender coinvolte dal grave problema sono quelle relative alle edizioni 2009 e 2010. Il gruppo ha consigliato di disattivare momentaneamente l’antivirus, di ripristinare i file in quarantena e di seguire le indicazioni diramate in base al sistema operativo in uso:

Gli utenti impossibilitati ad accedere alle funzionalità del sistema debbono accontentarsi momentaneamente del ripristino delle configurazioni previsto da Windows, così da poter procedere successivamente quando sarà disponibile un nuovo update. BitDefender ha messo a disposizione la propria assistenza ad ogni singolo cliente coinvolto nel tentativo di risolvere quanto prima il problema. Nelle prossime ore è atteso un nuovo avviso con il quale verrà presumibilmente diramato l’aggiornamento necessario per il recupero della situazione. Per recuperare la fiducia degli utenti sarà però presumibilmente necessario qualcosa di più, poiché il forum sta in queste ore facendo incetta di lamentele e promesse di abbandono.

Notizie su: