QR code per la pagina originale

RIM porta Viigo sui Blackberry

Il team Viigo ha annunciato la cessione della proprietà al gruppo Research In Motion. Il software ed i servizi Viigo verranno pertanto integrati nella nuova piattaforma ed andranno ad arricchire l'esperienza mobile degli utenti Blackberry

,

Una breve nota e l’acquisizione è ufficiale: RIM ha concluso l’acquisizione completa del gruppo Viigo, dal quale trarrà esperienza, talenti e prodotti per integrare il tutto nella propria offerta mobile sotto il marchio Blackberry.

Mark Ruddock, CEO Viigo, ha immediatamente confermato tramite il sito web della compagnia ed ha ringraziato il team per il lavoro compiuto: la qualità dell’offerta è stata certificata dall’apprezzamento Research In Motion, maturato infine in una acquisizione che permetterà a Viigo di moltiplicare la propria utenza ed a RIM di arricchire la propria offerta sui dispositivi del gruppo. La minaccia, infatti, è quella che giunge dall’esterno: l’arricchimento delle piattaforme concorrenti sta creando soluzioni nuove a cui RIM intende trovare risposta immediata.

E se Viigo non è la risposta definitiva, è quantomeno una buona reazione. Il gruppo mette infatti a disposizione tutto quanto necessario per portare sui device RIM informazioni, intrattenimento, luoghi di interesse, informazioni finanziarie e quant’altro. Vari i gruppi già operativi su Viigo, poichè ad oggi la soluzione si configura uno dei migliori sistemi per portare le informazioni sugli schermi dell’esigente utenza RIM (l’utenza stessa ha inoltre la possibilità di personalizzare le fonti delle proprie informazioni scegliendo tra liste predeterminate o aggiungendo riferimenti propri). Tramite Viigo la base di lavoro su Blackberry si fa più completa e sarà più semplice per nuovi partner interessati portare sui device del gruppo i propri contenuti.

RIM compra Viigo

RIM compra Viigo

Viigo presenta, tra i partner elencati sul proprio sito web, anche la piattaforma Windows Mobile. Nell’annuncio non è indicato però il futuro di questa collaborazione, lasciando supporre una interruzione futura del servizio per dedicare ogni risorsa esclusivamente all’utenza Blackberry. Ignota, inoltre, la cifra alla base dell’accordo di acquisizione.

Notizie su: ,