QR code per la pagina originale

WikiGuida, la prima guida video per Wikipedia

Wikimedia Italia ha portato online WikiGuida, un video che introduce gli utenti interessati al fenomeno wiki alle dinamiche collaborative che reggono le attività di Wikipedia. Il video spiega come aggiungere una voce o come modificarne una esistente

,

Wikipedia, la più grande enciclopedia collaborativa al mondo, sta progressivamente plasmando il proprio approccio con la community per facilitare ed incoraggiare i contributi esterni all’attuale nucleo pulsante degli autori. Una videoguida è il tassello fondamentale portato online dall’associazione Wikimedia Italia, la cui WikiGuida è stata curata da Christian Biasco e Francesca Terri.

«Il video, realizzato […] in collaborazione con diversi wikimediani e prodotto da Wikimedia Italia, è volto a guidare l’internauta nel suo primo approccio al mondo di Wikipedia, con particolare attenzione alla possibilità di modificare ed integrare le voci enciclopediche». Spiega Wikimedia Italia nella sua presentazione: «L’esigenza di questa guida è nata dal sempre crescente interesse legato al mondo “wiki” che, però, non è stato accompagnato da una corretta consapevolezza del funzionamento dei vari progetti. Speriamo che questa “WikiGuida” e le altre che pubblicheremo (due episodi nell’arco del 2010 e forse altri due nel 2011) possa aiutare chi usa Wikipedia a fare un passo in più e partecipare attivamente alla sua creazione, spiegando con semplicità le regole per modificare e creare le voci».

Il video consta in una collezione didascalica delle nozioni utili da sapere per agire attivamente sull’enciclopedia. Il video spiega come modificare un articolo, cosa inserire e cosa evitare, quali principi seguire e quali voci del menu utilizzare per produrre i propri contenuti. La guida è sufficientemente completa per produrre una summa del sapere necessario per agire consapevolmente su Wikipedia, il tutto con 7 minuti di immagini accompagnati dalla voce della guida e da sottotitoli (per garantire la massima accessibilità del contenuto).

La videoguida è disponibile su YouTube o direttamente su Wikipedia in formato .ogg. «Invitiamo, quindi, tutti a vedere, pubblicizzare, linkare e divulgare questo video, rilasciata con licenza Cc-by-sa 3.0 Unported (qui un riassunto delle condizioni della licenza, la quale prevede massima libertà di modifica e distribuzione al patto di una corretta attribuzione della paternità dell’opera e con obbligo di condivisione mediante medesima licenza).

In passato si è ipotizzata una possibile flessione nella crescita dell’enciclopedia in conseguenza di mancanza di autori e finanziamenti. In pochi mesi, però, la forza delle idee ha permesso di trovare tanto gli spunti per incoraggiare i primi, quanto le motivazioni giuste per rastrellare i secondi. Entro breve l’enciclopedia modificherà la propria interfaccia gestionale (partendo dalla divisione anglofona), promuoverà l’upload dei video e sarà pronta ad incrociare nuove sfide. Il tutto, va ricordato, nel momento in cui la Treccani presenta un passivo di 1.9 milioni di euro a bilancio: segnali forti, segnali probabilmente figli di un passaggio storico.

«Oggigiorno, chi non ha mai sentito parlare di Wikipedia? Quasi tutti risponderebbero senza titubare, che Wikipedia è l’enciclopedia libera, che possono consultare gratuitamente in internet. Ma quante persone conoscono veramente che cosa è Wikipedia, cosa ci posso trovare e che cosa no, come funziona, quali sono le sue potenzialità, che cosa posso fare con i suoi contenuti, come è nata, come è possibile collaborarci?».

Notizie su: