QR code per la pagina originale

iPad: troppo calore e poco Wifi

Spuntano i primi problemi dell'iPad. Ripetute segnalazioni evidenziano infatti un surriscaldamento troppo rapido del dispositivo (con tanto di blocco delle operazioni) e una bassa capacità di ricezione del segnale Wifi. Nessuna risposta, per ora, da Apple

,

Per l’iPad iniziano i problemi. Ci vorrà qualche giorno per capire fino a che punto le critiche siano fini a sé stesse o relative a veri problemi propri di un dispositivo uscito in tutta fretta per spiazzare, ancora una volta, il mercato. Ma i problemi sembrano esserci e sono stati descritti dopo poche ore di prove sul campo: il rischio di un solerte surriscaldamento da una parte ed una ipotizzata carenza nella ricezione Wifi dall’altra minano così gli entusiasmi della prima ora.

Le segnalazioni relative al possibile problematico surriscaldamento dell’iPad sono state molte ed in poche ore. A giocare a sfavore di Apple è giunta una bella giornata di sole ed il desiderio di mettere immediatamente alla prova il dispositivo, il quale avrebbe infatti manifestato fin da subito tutto il proprio disagio sotto il diretto irraggiamento solare. Da Apple, al momento, nessuna nota specifica in proposito. Quel che è indicato nelle specifiche del dispositivo è una capacità operativa limitata a temperature tra 32 e 95 gradi Fahrenheit, ovvero tra 0 e 35 gradi Celsius, qualcosa che riflette le caratteristiche già proprie dell’iPhone. A differenza del telefono, però, l’iPad ha una superficie maggiore dello schermo e, secondo quanto portato online dalle prime segnalazioni, il riscaldamento sarebbe pertanto molto più forte e solerte.

La conseguenza del surriscaldamento è in un blocco rapido delle attività, con l’impossibilità di riprendere prima di una lunga fase di raffreddamento. La moltiplicazione delle segnalazioni sembra essere indizio di un problema reale, qualcosa su cui Apple sarà costretta a dare una qualche spiegazione tecnica entro breve (e non raramente in passato si è intervenuto a livello software per abbassare i carichi di lavoro in particolari condizioni per permettere al dispositivo di non alimentare un eccessivo riscaldamento dei componenti).

Il secondo problema è relativo alla ricezione Wifi, unica opzione attuale per la connettività del dispositivo (entro fine mese, in concomitanza con il lancio internazionale, sarà però disponibile anche l’iPad Wifi+3G). Le lamentele sono già arrivate fino al forum sul sito Apple, ove sono in molti a segnalare una forte carenza di ricezione anche in zone ove altri dispositivi funzionano invece a dovere. Anche in questo caso la moltiplicazione delle lamentele sembra essere l’argomento più forte a supporto delle lamentele stesse, poichè tante critiche in così poche ore sembrano configurare una reale problematica che il dispositivo vedrebbe verificata anche in raffronto con iPhone o altri dispositivi di Cupertino.

Surriscaldamento e Wifi: per l’iPad sono pronti fin da subito due scomodi punti interrogativi. E l’utenza, tanto quella pronta all’acquisto quanto quella già in possesso del dispositivo, attende risposte altrettanto solerti.

Notizie su: ,