QR code per la pagina originale

Anche Nokia pensa al tablet?

,

Il mercato dei tablet promette bene, almeno stando alla grande attesa mostrata dagli utenti per l’iPad di Apple e alle continue indiscrezioni circolanti in queste ore sull’HP Slate.

Un panorama a cui un po’ tutti i grossi produttori della telefonia e dell’informatica guardano con interesse, anche se, a dire il vero, il reale impatto sul pubblico si potrà valutare solo ed esclusivamente tra qualche mese, quando l’offerta sarà più cospicua e anche il pubblico avrà preso piena consapevolezza delle potenzialità di questi apparecchi.

Tuttavia, in questo mutevole scenario, non può mancare un colosso come Nokia, tanto che la casa finlandese è stata più volte citata come uno dei protagonisti interessati a questa nicchia di mercato in un futuro imprecisato ma che, probabilmente, non sarà del tutto prossimo.

I pareri dei soliti bene informati si sprecano, c’è infatti chi si dice possibilista su un ingresso di Nokia nel settore dei tablet, un settore già esplorato in tempi quasi pionieristici con i vecchi N700 e N800, mentre c’è chi, al contrario, non vede spazi per il gruppo scandinavo, almeno nel breve termine.

Per alcuni l’occasione potrebbe essere rappresentata dalla piattaforma MeeGo realizzata in collaborazione con Intel e che promette di assicurare un ambiente software adatto a più tipologie di device quali netbook, smartphone e, perché no, anche tablet. Il tutto senza dimenticare Symbian, con il CEO Lee Williams che ha ipotizzato l’arrivo di un tablet basato su questo OS entro 1 o 2 anni al massimo.

Tra le varie ipotesi di certo c’è che, se questo mercato dovesse conoscere un vero e proprio boom come si prospetta da più parti, Nokia difficilmente potrà permettersi il lusso di rimanere fuori, con la conseguenza che i piani su un eventuale sbarco andranno fatti adesso, al fine di farsi trovare pronti e competitivi quando sarà il momento di farsi largo in un settore con un’offerta ancora poco articolata ma di grande prospettiva.

Notizie su: