QR code per la pagina originale

Sudafrica 2010: Google invita il pubblico a disegnare il proprio logo per i mondiali

,

Sarà un concorso mondiale nel pieno senso del termine. Parliamo del concorso internazionale “Doodle 4 Google – I love football“, rivolto a tutti i ragazzi dai 4 ai 17 anni che saranno chiamati a disegnare il proprio doodle, ovvero il logo che campeggia nell’home page del celebre motore di ricerca, ispirato ai prossimi mondiali di calcio di Sudafrica 2010.

Il logo che verrà giudicato migliore tra quelli presentati sarà pubblicato nella home page di Google l’11 luglio, cioè il giorno in cui si disputerà la finale dei mondiali allo stadio Soccer City Johannesburg.

L’iniziativa di Google è chiaramente tesa a valorizzare l’amore per il calcio degli adolescenti, un amore che sarà espresso tramite disegni che saranno valutati per le loro qualità artistiche e per la loro portata creativa. Il filo conduttore è quindi la passione per il gioco più popolare del mondo, senza alcun riferimento a bandiere o tifo.

L’oggetto del concorso è quindi il calcio nella sua essenza, senza riferimenti a una qualunque nazionale tra quelle che prenderanno parte ai mondiali, questo nonostante la struttura del contest preveda due diversi livelli: uno internazionale, in cui il logo prescelto sarà visualizzato sulla home page di Google.com, e l’altro nazionale, con il vincitore che vedrà comparire il suo disegno nella pagina principale di Google.it.

In particolare, il team di Google Italy si farà carico di selezionare i migliori 10 disegni tra quelli pervenuti, sarà poi il pubblico a decidere, a sua volta, tra questi il vincitore finale.

I disegni potranno essere inviati fino al 3 maggio, ma c’è un piccolo particolare curioso che si nota ancora di più dato che, a organizzare il concorso, è un gigante del Web come Google: i disegni dovranno essere spediti esclusivamente per posta all’indirizzo Google Italy SRL, Corso Europa 2, 20122, Milano, indicando nell’oggetto “Doodle for Google – I Love Football”, non sarà quindi possibile inviare la propria creazione via email o tramite appositi form su Internet. Insomma, un piccolo ritorno al passato, fatto di buste e francobolli, per il gruppo che ha dato il suo apporto alla diffusione della posta elettronica con GMail.

Notizie su: