QR code per la pagina originale

Il Nexus One è in arrivo. Con Vodafone

Il "googlefonino" Nexus One sta per approdare in Italia. Vodafone ha annunciato ufficialmente il lancio entro il mese di Maggio. Negli States l'esordio non è stato semplice ed ora, aspettando l'HTC Incredible, il Nexus One ci prova in Europa

,

Il Nexus One sta per arrivare in Italia. L’annuncio era atteso ed il passo non poteva che essere compiuto con Vodafone, carrier che a livello mondiale sta per prendere per mano il “googlefonino” per portarlo agli utenti con appositi piani di abbonamento ad hoc. Google conferma: il 30 Aprile le vendite prenderanno il via nel Regno Unito, mentre nei giorni successivi sarà l’ora di Italia, Francia, Spagna, Germania, Olanda ed altri paesi in area europea. Il tutto mentre negli Stati Uniti (ove per il Nexus One si è parlato di possibile flop) sta per iniziare l’era dell’HTC Incredible.

L’ufficializzazione italiana arriva via Twitter dal canale ufficiale VodafoneIT: «Nexus One con #Vodafone disponibile da maggio nei negozi e online. Seguiteci per aggiornamenti». Spiega Webnews.it: «Sulle pagine del Vodafone Lab si parla della possibile commercializzazione con i piani tariffari “Più Facile”, mentre pare che in territorio inglese l’offerta di Vodafone UK preveda un contratto dal costo mensile di 35 sterline della durata di due anni». Vista l’imminenza dei tempi di lancio è presumibile una solerte ufficializzazione da parte di Vodafone non soltanto con un “tweet”, ma anche con una pagina ufficiale che metta nero su bianco le offerte destinate agli utenti. E sarà un lancio sicuramente interessante perchè design, software e peculiarità del Nexus One rendono il device un elemento di spicco tra gli smartphone che ambiscono ad imporre Android nella sfida contro l’iPhone.



Sul forum Vodafone Lab, come indicato, i primi rumor hanno preso piede segnalando le offerte “Più facile” come quelle papabili per il Nexus One in arrivo. Si passa pertanto dai 15 euro mensili della “extra small” ai 100 euro mensili per la “large”. Aspetto particolarmente importante sarà però quello relativo al traffico dati, a proposito del quale al momento non è dato nulla a sapersi.

Notizie su: