QR code per la pagina originale

“Born Free” di M.I.A. oscurato da YouTube: è polemica censura

,

Si è discusso più volte, in passato, della posizione assunta dallo staff di YouTube in merito allo streaming di filmati dai contenuti discutibili. Solitamente, il portale di video sharing procede all’eliminazione di un clip nel caso in cui si tratta di materiale protetto da copyright e la cui diffusione in streaming non è autorizzata. Per le immagini potenzialmente shockanti o non ritenute adatte per alcune fasce d’età, viene invece mostrato un disclaimer che avvisa l’utente di quanto sta per guardare.

Con il video di “Born Free“, ultimo brano rilasciato da M.I.A. (nome completo Mathangi Maya Arulpragasam), cantante hip hop britannica già nota per la sua partecipazione alla colonna sonora della pellicola The Millionaire, YouTube ha preso un provvedimento destinato a far discutere, optando per la sua immediata cancellazione a causa delle immagini crude e violente in esso contenute.

M.I.A., da sempre impegnata in ambito sociale con la propria musica, in particolare nella battaglia per la difesa dei diritti civili, ha voluto con il videoclip di “Born Free” lanciare un importante messaggio di sensibilizzazione sui sempre attuali problemi dell’odio razziale e delle atrocità perpetrate nelle zone di guerra.

In sintesi, nei nove minuti montati dal regista francese Romain Gavras, si vede un’unità militare statunitense prelevare con la forza alcuni giovani dalle proprie abitazioni, tutti con capelli e barba rossi, per condurli contro la loro volontà in una zona desertica. Qui, dopo aver ucciso uno di loro a sangue freddo, gli altri vengono costretti a correre in una zona tappezzata di mine antiuomo, con conseguenze facilmente prevedibili.

Il consiglio, per chi si sente abbastanza preparato per la visione di scene cruente e qualche attimo di nudo, è quello di cliccare sul tasto “Play” del video qui sotto. Tutti gli altri farebbero invece meglio a evitarne la visione.

Notizie su: