QR code per la pagina originale

JooJoo sbarca sul mercato europeo, Fusion Garden risponde alle critiche

,

Continua la sfida del tablet JooJoo a iPad: prima il lancio anticipato sul mercato americano; poi, da qualche giorno, il sito ufficiale del prodotto Fusion Garden è stato aggiornato per includere la spedizione oltreoceano, aprendo, di fatto, le vendite anche nel vecchio continente. Questo proprio pochi giorni dopo l’ufficializzazione da parte di Apple dell’arrivo in Europa, a fine maggio, dei primi iPad.

Il tablet, il cui prezzo negli USA è di 499 dollari, viene venduto a 359 euro (319 sterline); insieme a questo aggiornamento dello store del sito, il CEO di Fusion Garden, Chandra Rathakrishnan, ha inaugurato il blog ufficiale del dispositivo con un lungo post che contiene interessanti informazioni sul futuro del tablet.

Le prime recensioni uscite su JooJoo sono state a dir poco disastrose: in particolare, è stata segnalata una forte instabilità del sistema operativo e alcune disfunzioni; su tutte, l’impossibilità di visualizzare a schermo pieno i filmati in alta definizione. Gli utenti che speravano di avere in mano una valida alternativa a un prodotto Apple, marchio che fa della solidità del OS la sua forza, sono rimasti molto delusi. Chandra Rathakrishnan, nel post, difende la scelta di lanciare sul mercato un prodotto non ancora completamente testato perché ciò ha permesso a Fusion Garden di raccogliere un numero di acquirenti superiore alle aspettative. Tale numero, come afferma il CEO, è addirittura cresciuto dopo che i primi tablet sono arrivati nelle mani dei consumatori, anche se, vista la cattiva impressione che ha fatto a molti, ci domandiamo come ciò sia possibile. Il lancio anticipato non era quello che Fusion Garden avrebbe voluto fare, ma era necessario per sopravvivere.

Contemporaneamente a queste giustificazioni, si annuncia, a breve, l’arrivo di un significativo aggiornamento del sistema operativo, volto a risolvere tutti i problemi riscontrati dagli utenti di JooJoo. Poche parole, infine, per smentire che il prodotto sia destinato al fallimento dopo pochi mesi di vita, come sostenuto da alcuni: Chandra Rathakrishnan, infatti, afferma che la vera forza del tablet è di essere una valida alternativa al iPad Apple. Della serie: finché esisteranno consumatori anti-Apple, che cercano un prodotto aperto e dotato, per esempio, del supporto per il Flash, JooJoo tablet continuerà a vivere. Staremo a vedere.

Notizie su: