QR code per la pagina originale

Spunta il tablet con Android, AIR e Flash

Al Web 2.0 Expo di San Francisco sono spuntate le immagini di un prototipo di tablet sviluppato da Google attorno ad Android e con la possibilità di ospitare le tecnologie AIR e Flash di Adobe: una chiara sfida lanciata ad Apple ed a Steve Jobs

,

Con l’inizio del Web 2.0 Expo di San Francisco un primo prototipo raccoglie le attenzioni dei visitatori: presentato allo stand Adobe, trattasi del tablet che Google starebbe sviluppando attorno al proprio sistema operativo Android. E la presentazione nello stand Adobe non è un caso: il tablet si prepara infatti a giungere sul mercato con tanto di Adobe Flash e Adobe AIR.

Le prime immagini giungono dal blogger Zedomax il quale ha avuto la possibilità di toccare con mano il touchscreen del dispositivo e di filmarne per la prima volta la scocca esterna (un semplice guscio plastificato per proteggere la componentistica, senza velleità alcuna in quanto a design). Ottime le sensazioni iniziali: buona velocità, buona qualità di immagine e, soprattutto, ottime performance nella fruizione di quelle tecnologie Adobe che Apple ha rifiutato con tanto di lettera pubblica e conseguente possibile interessamento dell’antitrust USA. Nelle immagini è possibile vedere il tablet durante la lettura dell’applicazione Wired dedicata:

Il tablet Google, ad ora un semplice proof-of-concept utile a dimostrare il funzionamento e l’esistenza del device, ha una importante funzione in questo frangente poichè dimostra come Flash possa tranquillamente girare su un tablet con serie ambizioni di mercato. Questo assunto è sufficiente per rovesciare completamente le tesi di Steve Jobs, dimostrando piuttosto come Apple abbia chiuso la propria piattaforma con finalità ben diverse da quelle della semplice tutela delle batterie, della sicurezza o della qualità di programmazione sulla propria piattaforma.

Dei piani di mercato del tablet Google non è al momento dato nulla a sapersi, ma si prevede una forte esplosione di tablet Android in arrivo verso la parte finale dell’anno. Per Apple rimangono pertanto pochi mesi per giocare in semi-solitudine in un mercato nel quale Microsoft latita, HP promette e Nokia progetta. E dove Intel, soprattutto, scalda i motori strizzando l’occhio proprio a chi intende portare avanti progetti Android, MeeGo e Meebo.

Notizie su: ,