QR code per la pagina originale

Obama critica iPod e iPad: “Sono solo distrazioni”

,

Se non è un attacco diretto poco ci manca, ma di certo si può dire che le recenti dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti Barack Obama lasceranno qualche piccolo strascico e faranno un po’ discutere in Rete e non solo.

Obama infatti, parlando ad un gruppo di neo-laureati alla Hampton University in Virginia, ha detto chiaramente come la pensa sul ruolo sempre più importante che i nuovi gadget tecnologici stanno assumendo nella moderna società occidentale, usando frasi non proprio positive per giudicare l’impatto che iPad, iPod e Playstation potrebbero avere sulle nuove generazioni.

Quello di Obama è sembrato un monito senza mezze misure, con il presidente americano che si è prodigato in consigli ai giovani sottolineando l’importanza della studio come strumento di emancipazione, invitando al contempo i ragazzi a non farsi distogliere dall’apprendimento dal fascino di videogame e di altri orpelli tecnologici, visti più come “distrazioni” che come strumenti utili per la crescita culturale dell’individuo:

Con gli iPod e gli iPad, Xbox e Playstation – nessuno dei quali so come funzioni… l’informazione diventa una distrazione, un diversivo, una forma di intrattenimento piuttosto che uno strumento per rafforzarsi, piuttosto che uno strumento di emancipazione. E tutto ciò non solo mette nuove pressioni su di voi, mette nuove pressioni sul nostro Paese e sulla nostra democrazia.

Siamo quindi molto lontani dal riconoscimento di una qualche valenza culturale del videogame e dei nuovi gadget, mercato in cui Apple recita un ruolo di primo piano con i suoi iPod e il recente iPad.

Inutile nascondere inoltre che una presa di posizione di questo tipo spiazza un po’ visto che proviene da Obama, ritenuto finora uno dei politici più “innovativi” di tutto il pianeta sotto l’aspetto comunicativo e dell’apertura alla tecnologia.

Da apprezzare rimane ovviamente la schiettezza del Presidente, anche se non mancheranno di certo le reazioni a questa presa di posizione.

Notizie su: