QR code per la pagina originale

Apple iPad sconquasserà il mercato dei netbook

,

Nato come una sorta di via mediana tra iPhone e Mac, Apple iPad sta riuscendo però ad intaccare ed erodere i segmenti più lucrativi del mercato dei netbook. Proprio quei netbook che, stando a Steve Jobs, sono semplice spazzatura.

Da quando iPad è stato presentato, e cioè appena lo scorso gennaio, si è assistito ad un brusco calo nelle vendite degli ultraportatili; ad aprile, quando ha avuto inizio la commercializzazione effettiva, la crescita del segmento netbook è scesa sotto il 5% dal 641% dell’estate 2009. E secondo una ricerca di Katy Huberty della Morgan Stanley, ben il 44% dei potenziali acquirenti di iPad ha affermato di non voler più comprare netbook in favore del tablet di Cupertino, mentre il 41% ha dichiarato che glisserà sull’iPod touch.

Presto, quindi, gli attuali equilibri di mercato muteranno e il segmento netbook si spezzetterà a causa del successo di Cupertino. Certo, sul fenomeno gli analisti di ABI Research appaiono piuttosto critici, e sembrano minimizzarne la portata:

Riteniamo che presto il mercato dei netbook si frammenterà […]. Il milione di iPad venduti in appena un mese + certamente un risultato notevole, visto che partivano da zero. Ma anche limitando le previsioni al solo comparto dei media tablet, siamo ben lontani dal parlare di adozione di massa nel mercato.

Il fenomeno resta comunque interessante, anche perché iPad si posiziona ben al di fuori dei range di prezzo tipici per i portatili di classe netbook: con la soglia dei 400$ del modello base, si riesce infatti a comprare modelli concorrenti high end. Ma d’altro canto, iPad è anche un e-reader e una console portatile, ecco perché si parla già di cannibalizzazione di un ventaglio di prodotti piuttosto variegato, che va dai computer tradizionali, alle varie Nintendo DS o PSP, fino ai lettori multimediali. Ed è importante sottolineare che il fenomeno non avverrà solo alle spese della concorrenza: anche nel reame dei listini di Cupertino, infatti, le percentuali saranno piuttosto significative.

Notizie su: